Pulire correttamente il masturbatore: segui queste semplici regole!

E' bello giocare e divertirsi, ma dopo la festa... bisogna pulire! Scopri come lavare correttamente il tuo sex toy dopo l'utilizzo.

Pulire correttamente il masturbatore segui queste semplici regole

Come tutti i giocattoli sessuali, anche il masturbatore ha bisogno di un’accurata igiene che lo mantenga sempre pulito. Pochi passi, ma eseguiti con cura, lo terranno pronto all’uso in sicurezza; nelle righe che seguono ti spiegheremo come fare.

Sebbene il masturbatore sia un toy personale, deve essere oggetto di una scrupolosa pulizia che garantisca l’allontanamento dei microbi e ti consenta di averlo a portata di mano, senza rischi per la salute. È sufficiente seguire delle semplici regole, senza dover fare cose strabilianti e impiegando poco tempo, come vedrai proseguendo nella lettura.

La prima da cosa fare è capire di quale materiale è fatto il tuo masturbatore, perchè non tutti i materiali sono uguali e per la loro pulizia è necessario seguire procedure diverse. Non è difficile, anche perchè le istruzioni sono presenti sull’involucro esterno e nel foglietto di illustrazioni all’interno della confezione. Se non le trovi devi preoccuparti perchè molto probabilmente il prodotto non è sicuro.

Masturbatori in materiale non poroso

Per realizzare i masturbatori in materiali non porosi si utilizzano:

  • Silicone medicale
  • Plastica ABS

Per le loro caratteristiche questi materiali non assorbono, né trattengono, funghi e batteri ed è la motivazione che ne giustifica l’impiego.

Molte persone puliscono i loro giocattoli sessuali in silicone medico esclusivamente con acqua e sapone, ma questo metodo è consigliabile quando i toy siano realizzati con parti costituite da materiali differenti, oppure se il loro utilizzo è esclusivo per il sesso anale o per il sesso vaginale. Il limite di questa pratica igienica è che non riesce ad eliminare completamente i microbi e si corre il rischio di infezioni.

I giocattoli in silicone platinico possono essere lavati tranquillamente in lavastoviglie, sarà sufficiente il vapore, senza aggiunta di detersivi.

Un altro sistema è quello di ricorrere alla sterilizzazione tramite bollitura, verificando attentamente che per realizzare il masturbatore sia stato impiegato esclusivamente silicone medicale e non una miscela con altri materiali.
Qualunque sia il sistema che deciderai di adottare, resta inteso che stiamo parlando di tutti quei giocattoli sessuali che non hanno parti elettriche, motori o batterie.

Il discorso è diverso per i sex toy realizzati in ABS o in cui questo materiale fa parte dei componenti, perchè qui il metodo della bollitura non è utilizzabile, pena rovinarne irrimediabilmente la superficie. La pulizia di questi giocattoli è meglio eseguirla con dell’alcol e poi procedere alla loro asciugatura con un panno pulito (meglio se in microfibra, così non lascia i pelucchi) oppure metterli all’aria aperta. I disinfettanti antibatterici (acqua ossigenata, alcol, amuchina) sono utilissimi, ma con il tempo possono intaccare la superficie del giocattolo o irritare le mucose.

In tutti i casi, ricorda sempre di seguire attentamente le istruzioni del costruttore, prima di procedere con la pulizia e disinfezione del tuo masturbatore.

Masturbatori in materiale poroso

I materiali porosi che si usano nei masturbatori sono:

  1. TPE
  2. TPR
  3. PVC
  4. Elastomero
  5. Materiali realistici (Cyberskin, Fanta Flesh, ecc.)

È innegabile che la sensazione di maggior realismo trasmessa da TPR, TPE e PVC porti a scegliere quei masturbatori che sono realizzati con questi materiali. Proprio la miglior sensazione al tatto è il motivo principale per cui i masturbatori maschili sono ancora realizzati impiegando queste sostanze.

Prima di parlare della loro pulizia vogliamo ricordarti che un masturbatore poroso (come tutti i sex toy) ha un “turn over” operativo tale che sarebbe buona norma sostituirlo ogni anno, specialmente se è realizzato impiegando PVC o TPE.
Sull’onda di queste raccomandazioni, andiamo a vedere come pulire il tuo masturbatore in materiale poroso.

Jelly, PVC, latex e cuoio

Questi sono materiali molto porosi, difficili da igienizzare. Puoi lavarli con acqua e sapone o un detergente antibatterico per sex toy, ma devi essere consapevole che, in entrambi i casi, riuscirai a pulire la superficie, ma non a rimuovere sporco e batteri dai micro pori. Purtroppo, non potrai nemmeno utilizzare i disinfettanti.

TPR

La pulizia dei giocattoli realizzati con questo materiale non è differente da quella dei precedenti: acqua e sapone, niente disinfettante, con tutti gli annessi e connessi già visti nel precedente paragrafo.
L’alterativa è utilizzare il preservativo, così avrai una protezione dai batteri, ricordandoti di utilizzare i modelli in poliuretano, perchè quelli in lattice possono essere rovinati dall’olio presente nel TPR.

Materiali realistici

Cyberskin, Fanta Flesh, ecc., sono materiali molto usati nei masturbatori maschili per la grande sensazione di realismo, ma sono materiali porosi. Questo vuol dire che sarebbe meglio usarli con un preservativo (esclusivamente in poliuretano). Per la pulizia vanno bene acqua e sapone, a cui far seguire una spolverata con amido di mais. Niente sostanze chimiche per la pulizia; perchè eventuali residui che dovessero rimanere intrappolati nei micro pori potrebbero, successivamente, entrare in contatto con le mucose interne della vagina o dell’ano, dando origine a fenomeni di sensibilizzazione e/o infezioni. Assicurati anche che il giocattolo sia completamente asciutto, prima di riporlo al suo posto. Al successivo utilizzo, prima della penetrazione, assicurati che non siano presenti odori, macchie nere o cambi strani di colore che indicherebbero un’anomalia. In questo caso, naturalmente, non utilizzare il tuo giocattolo.

Elastomero

L’elastomero è utilizzato per realizzare i masturbatori perchè le sostanze di cui è composto (naturali o sintetiche, a seconda dei casi) hanno le stesse proprietà della gomma naturale e può essere sottoposto a deformazioni elastiche anche importanti, senza rovinarsi. È un passo avanti rispetto al Jelly, del quale non ha lo stesso odore chimico intenso e presenta una maggiore qualità. Anche la gomma gli è qualitativamente inferiore. Purtroppo, però, è un materiale poroso.
La sua pulizia deve essere eseguita con il “solito” sistema dell’acqua e sapone, verificando che sia completamente asciutto, prima di metterlo al suo posto. I limiti di questa metodologia già li conosci, così come ormai ti è chiaro che disinfettanti e salviettine hanno un effetto limitato… Anche qui, cambiamenti strani di colore, cattivi odori o macchie nere devono spingerti a buttare il tuo giocattolo.

​Come pulire i masturbatori elettrici

Nei paragrafi precedenti ti abbiamo parlato dei vari metodi di pulizia, legati anche ai materiali di cui è composto il tuo masturbatore, ma dando per scontata la sua impermeabilità. Che cosa fare, invece, quando il giocattolo sessuale non solo non è impermeabile, ma addirittura elettrico? Spine elettriche, collegamenti, porte USB, batterie e motori hanno un nemico comune: l’acqua.

Ragione per cui, poroso a meno, il tuo sex toy andrà pulito utilizzando un panno umido, insaponato con del sapone neutro o il prodotto indicato dal produttore e poi asciugato.

Per la disinfezione, dopo averne verificata la compatibilità con il materiale, puoi passare dell’alcol o un prodotto specifico per la disinfezione.

L’unica eccezione è rappresentata dal masturbatore waterproof o impermeabile, in questo caso non avrai nessun problema a passarlo sotto l’acqua corrente del rubinetto.

​Le “pulizie fuori casa”

Sei in viaggio e hai portato con te il tuo masturbatore o sei in procinto di farlo, ma ti stai chiedendo come fare per velocizzare le operazioni di pulizia? La scelta più immediata sono le salviette umidificate, con le quali potrai effettuare una pulizia veloce, in attesa di completare l’igienizzazione una volta a casa. Naturalmente, puoi anche utilizzare gli spray appositi che trovi in commercio: nel giro di pochissimi secondi fanno effetto e si possono rimuovere facilmente con un panno.

Il masturbatore serve per creare un’atmosfera e dedicarsi dei momenti. Qualunque sia il tuo modello preferito, indipendentemente dalla situazione che più ti eccita, ricorda sempre che l’igiene accompagna la tua sicurezza. Il giocattolo sessuale, lo dice il nome, serve per giocare. Affinché questa sia e rimanga un’esperienza davvero ludica, non rovinarla con la mancanza di igiene.
Acquista solo giocattoli di ottima fattura e certificati, utilizza esclusivamente detergenti di qualità e dimostra la tua unicità.