Skoliosexual: Ecco Cosa Significa E Cosa C’è Da Sapere

Non hai idea di cosa significhi Skoliosexual? Vuoi sapere se potrebbe riferirsi a te? Ecco tutto ciò che devi sapere

Skoliosexual
INDICE

All’interno del variegato spettro dell’orientamento sessuale, si colloca la skoliosessualità. Si tratta di un termine relativamente recente e ancora poco noto. La creazione di un vocabolario sempre più vasto rappresenta uno strumento potente per esprimere la propria identità. Maggiore è la varietà delle parole a disposizione di un individuo, più elevata è la possibilità di instaurare rapporti interpersonali profondi, intimi e autentici. Hai mai sentito parlare di skoliosexual? Per quanto strano possa risultare questo vocabolo a primo acchito, vediamo di capire cosa significa e per quale motivo è stato oggetto di critiche da parte di diversi membri della comunità LGBTQIA+.

Definizione di skoliosexual

Skoliosexual si riferisce a un individuo che prova attrazione per persone che si identificano come non binary o transgender (LINK). Il termine in questione è piuttosto controverso, avendo assunto nel corso del tempo significati differenti. Per alcuni, la skoliosessualità descrive chi prova attrazione sessuale per chiunque non sia cisgender, ovvero coloro che non si identificano con il sesso assegnato alla nascita. Secondo un altro significato, skoliosexual implicherebbe anche il manifestare preferenze sessuali nei confronti di persone genderqueer, che non si conformano agli stereotipi di genere. Così, ad esempio, lo skoliosessuale potrebbe essere attratto da uomini cisgender che utilizzano make up e smalto o da donne cisgender che indossano abiti maschili.

Le critiche al termine

Come avrai ben capito, skoliosexual è un termine dotato di molteplici significati. Oltre a mancare di una definizione precisa, il termine è stato spesso aspramente criticato dalla comunità LGBTQ+. Il prefisso “skolio” significa “storto” e indicherebbe una devianza nell’orientamento sessuale degli individui che provano attrazione nei confronti delle persone non binary o transgender. Molti hanno sottolineato come l’etichetta skoliosexual implichi una feticizzazione dei transgender, in modo potenzialmente disumanizzante, considerando anche le forti discriminazioni cui è soggetta questa categoria. Secondo il report U.S. Transgender Survey, negli Stati Uniti, il 54% dei transgender intervistati ha dichiarato di aver subito delle molestie verbali, il 24 % di essere stato aggredito fisicamente e il 13% di aver subito un’aggressione sessuale.

Opportunità del vocabolo skoliosexual

Non soltanto la parola skoliosessuale è stata frequentemente disapprovata, ma alcuni si sono anche interrogati sull’eventuale necessità del termine. Questa parte della comunità LGBTQ+ ha evidenziato come la maggior parte delle parole relative all’orientamento sessuale si basino sul sesso o identità di genere di qualcuno, a prescindere dal fatto che siano AMAB o AFAB. Considerando che le donne e gli uomini trans sentono di appartenere a un genere diverso da quello loro assegnato alla nascita e si identificano rispettivamente come maschi e femmine, sarebbe errato definirli in base al loro percorso di transizione.

Altri hanno affermato che skoliosexual incoraggerebbe la generalizzazione della categoria non binary, che non racchiude un genere unico e omogeneo, ma una varietà di identità di genere, come bigender, pangender (ancora articolo pangender), demigirl, demyboy, neutrois (ancora articolo neutrois) etc.

Alternative

Per descrivere il fenomeno in modo meno offensivo e stigmatizzante, è stato coniato il termine ceterosessuale. A differenza di skoliosessuale, sembra che ceterosexual possa essere utilizzato soltanto da individui non binari e genderqueer per descrivere il proprio orientamento sessuale. Un altro vocabolo alternativo a skoliosexual è allotroposessuale, derivante dalla parola greca “allotropo”, che significa diverso. Il neologismo ha il vantaggio di descrivere le preferenze sessuali di determinate persone senza connotazioni negative, oltre a poter essere impiegato da chiunque, a prescindere dal sesso o identità di genere.

Come capire se si è skoliosessuali

La comprensione del proprio orientamento sessuale si rivela spesso difficile. Se stai attraversando un periodo di confusione circa le tue preferenze sessuali, puoi utilizzare questi spunti per un primo momento di riflessioni. Non dimenticare, tuttavia, che non esistono dei modi certi per identificare qualcuno come skoliosexual o meno, poiché ogni esperienza è unica nel suo genere. Solitamente, la maggior parte delle persone skoliosessuali sono transgender.

Talvolta, anche i cisgender possono descrivere il proprio orientamento sessuale come skoliosexual. In questo caso, si ricade in un argomento delicato, visto che le persone transgender desiderano esser viste come appartenenti al sesso con cui si identificano, e non esclusivamente come soggetti che transizionano.

Come essere d’aiuto a una persona skoliosexual

Il modo più efficace per sostenere una persona skoliosessuale consiste nell’ascolto e nella comprensione. Rivelare che il proprio orientamento sessuale si collocano al di fuori del ciscentrismo è già abbastanza complesso. Per questo motivo, faresti bene a informarti autonomamente e, solo in seguito, porre delle domande in merito.

Nonostante il termine skoliosexual sia controverso, non fa altro che descrivere una preferenza sessuale esistente. Qualora ti sentissi disorientato e pensassi di essere skoliosexual, non avere paura a chiedere il supporto di uno specialista. Ricorda, inoltre, che non sei obbligato a parlare del tuo orientamento sessuale a familiari, amici e conoscenti, ma solo quando ti sentirai pronto.