Le 8 migliori docce anali selezionate per te

Scopri insieme a noi tutti i modelli di doccia anale più validi e apprezzati.

image
INDICE

Sesso anale, gioie e dolori. Si sa, gli imprevisti capitano e non è il caso di drammatizzare, ma di questo imprevisto in particolare ne faremmo volentieri a meno. Come avrai intuito, parliamo di ciò che chiameremo, per usare un eufemismo, “antipatiche fuoriuscite di feci”. Non è un segreto infatti che, andando a sollecitare i muscoli del retto, eventuali residui fecali possano distaccarsi trovando, per così dire, una comoda via d’uscita.

Ne hai sentite di tutti i colori, vero? Incontri che promettono fuochi d’artificio e si risolvono in vere e proprie catastrofi, prime volte rovinate, nuove conquiste che fuggono a gambe levate e così via, rasentando talvolta il ridicolo.

Quando si tratta di sesso anale, i racconti drammatici sono all’ordine del giorno. E anche se spesso si rifanno a leggende metropolitane, quel fondo di verità intacca fastidiosamente la nostra libido.

Va detto: non è la regola. Per la gioia di entrambi i partner, un rapporto anale può serenamente concludersi senza inconvenienti di sorta. Tuttavia, se sei tra gli sfortunati a cui non è andata altrettanto bene, dubitiamo che tu voglia ripetere l’esperienza una seconda volta.

Siamo onesti, uno fra i più grandi spauracchi di chi si appresta ad avere un rapporto anale è proprio l’eventualità di sgradevoli e poco opportune fuoriuscite, tanto che molti rinunciano all’impresa ancor prima di cimentarvisi. Eppure, secondo un’indagine promossa da Statista, la principale piattaforma di dati commerciali al mondo, il 33% circa degli italiani fra i 18 e i 40 anni si dedica regolarmente al sesso anale. Una pratica sdoganata anche nelle coppie eterosessuali, a dispetto dell’ormai desueta – e per fortuna! – convinzione che il sesso anale sia un affare esclusivamente gay.

Non temere, siamo qui per darti buone notizie: affrontare un rapporto anale senza patemi non solo è possibile, ma può diventare la normalità. Come? Niente di eccessivamente complicato: ti basterà procurarti una doccia anale e seguire alcune elementari norme igieniche. A tal proposito, recenti studi apparsi su Pubmed dimostrano come gli utenti interessati alle tecniche di pulizia rettale vadano aumentando in maniera esponenziale, affidandosi a ricerche di tutorial e approfondimenti sui social media.

Rinunciare al sesso anale è fuori discussione, ma perché rovinare un momento così intimo e passionale con l’ansia che qualcosa possa andare storto?

Se anche tu vuoi saperne di più a riguardo, questa guida ai migliori prodotti in commercio potrà esserti di grande aiuto. Abbiamo individuato e analizzato ben otto prodotti, perché possa orientarti meglio nel variegato mondo delle docce anali.

Breve panoramica delle 8 docce anali premiate

Abbiamo testato e selezionato per te le più apprezzate docce anali in vendita. La nostra guida ti aiuterà a individuare quella che più si avvicina alle tue esigenze, suggerendoti i migliori prodotti su cui puntare. Per maggior chiarezza, abbiamo assegnato a ogni doccia un premio di categoria.
Ecco un breve elenco dei modelli scelti e dei premi che si sono guadagnati.

La nostra selezione di docce anali

Abbiamo selezionato questi prodotti secondo precisi criteri di valutazione e basandoci sull’analisi dei seguenti fattori:

Comodità

Non tutti hanno tempo in abbondanza da dedicare alla doccia anale: c’è chi può indugiare per ore nella cura di sé e chi riesce a dedicarvici solo pochi minuti. La nostra guida ti aiuterà a individuare il modello che fa per te: dal più semplice e intuitivo fino a quello più sofisticato, con la garanzia che entrambi facciano egregiamente il loro dovere.

Sicurezza

Tutti i prodotti che abbiamo individuato per te sono realizzati con materiali anallergici e certificati, perché la sicurezza rimane sempre e comunque una nostra priorità. Potrai quindi scegliere il tuo preferito riponendo piena fiducia nelle valutazioni dei nostri esperti.

Efficacia

Non vogliamo che tu faccia spese inutili, pertanto ti consigliamo solo docce anali dalla comprovata efficacia e funzionalità. Pur distinguendosi fra loro per caratteristiche e modalità d’uso, tutti i prodotti qui citati si sono rivelati eccezionalmente validi e apprezzati dagli acquirenti.

Caratteristiche tecniche

Ogni modello è adatto a raggiungere lo scopo: arrivare puliti e preparati a un rapporto anale. Pur differenziandosi dal punto di vista tecnico, le docce che abbiamo preso in esame garantiscono risultati più che soddisfacenti. Ne troverai davvero per tutti i gusti e per tutte le necessità.

Prezzo

Dalle più basilari ed economiche fino alle più ricercate e costose: potrai scegliere la doccia che meglio risponde alle tue esigenze, indipendentemente dal budget che ti sei prefissato. Anche optando per la più economica delle nostre proposte avrai la garanzia di un acquisto sicuro ed efficiente.

Ma veniamo ora a una descrizione più approfondita dei prodotti.

1TAKIT Peretta per clistere con pennello per la pulizia

Ribbon-Miglior

Miglior doccia anale universale

Un kit completo dalla A alla Z, per una pulizia anale alla portata di tutti.

TAKIT-Peretta-Per-Clistere-1000-600

Sei alle prime armi e temi che fare una doccia anale sia più complicato del previsto? Questo kit realizzato da TAKIT si rivelerà una piacevolissima scoperta. All’interno della confezione troverai tutto ciò che serve per una perfetta pulizia delle tue zone più delicate: una morbidissima peretta in silicone e ben tre cannule in PVC. Abbiamo particolarmente apprezzato la semplicità di questo prodotto, che pur restando facile e intuitivo all’utilizzo, presenta tutti i vantaggi dei modelli più costosi.

Infine, il kit è completo di spazzolina per la pulizia delle cannule e manuale di istruzioni: tutto ciò che ti serve per imparare a usare la tua doccia anale e prendertene correttamente cura. Nello specifico, il modello ideato da TAKIT è adatto all’utilizzo da parte di uomini e donne, per lavaggi dell’ano e, se necessario, della vagina. Ci ha sorpreso inoltre l’elevata capacità del bulbo, ben 230 ml, che consente l’impiego di una buona quantità d’acqua.

Un prodotto dalle molteplici funzioni, compatibile con qualsiasi marca di lubrificante. All’interno della confezione troverai un pratico sacchetto per riporre la doccia fra un utilizzo e l’altro.

Perché amiamo questo prodotto:

  • È anallergico, in silicone medicale e senza BPA.
  • Si inserisce facilmente ed è ultra confortevole.
  • È completo di kit per la pulizia e guida all’uso.
  • Ha un’ottima capacità.
  • È garantito a vita.
  • È unisex, adatto all’utilizzo anale e vaginale.

2SUPVOX Clistere anale in silicone

Ribbon-Miglior

Miglior doccia anale manuale

Un dispositivo pratico e basilare, per chi ricerca comodità e massima efficienza in un’unica soluzione.

SUPVOX-bulbo-anale-silicone-clistere-1000-600

Parola d’ordine: comodità. SUPVOX ha ideato un bulbo per clistere pratico, essenziale, da usare in pochi minuti e in qualsiasi occasione. Questo modello si distingue per la particolare forma ergonomica che ne agevola la presa anche ai meno esperti.

Non ami dilungarti nelle cosiddette “operazioni preliminari”? Abbiamo selezionato questa doccia anale pensando a chi, proprio come te, mira al massimo risultato con il minimo sforzo e, soprattutto, nel minor tempo possibile. Realizzato in silicone medico anallergico, il modello si presta a un uso sia anale che vaginale, grazie alla cannula piuttosto larga, che misura ben 20 mm di diametro per 12,5 cm di lunghezza. Morbido e flessibile, ideale da portare in viaggio, la sua particolare forma previene eventuali graffi e lesioni durante l’inserimento. Una caratteristica da non trascurare, qualora avessi la pelle eccezionalmente sensibile o fossi alle prime armi con le lavande anali.

Il corpo del clistere è scomponibile, per agevolarne il riempimento e la pulizia di routine. Della doccia anale SUPVOX sottolineiamo anche il costo vantaggioso, se paragonato ad altri modelli di pari categoria. In conclusione: un dispositivo che punta al massimo comfort senza rinunciare all’efficienza.

Perché amiamo questo prodotto:

  • Ha una forma particolarmente comoda da impugnare.
  • È unisex.
  • Non irrita la pelle.
  • Si porta comodamente in viaggio.
  • Ha un design semplice ed essenziale.

3WORSY Doccino per pulizia anale profonda

Ribbon-Miglior

Miglior set di testine per doccia anale

Tutto quello che ti serve per una doccia anale sofisticata e professionale.

WORSY-Doccino-per-pulizia-anale-profonda-1000-600

Il kit di WORSY comprende ben tre docce anali che si distinguono fra loro per grandezza e funzione. Con un solo acquisto avrai quindi a disposizione un’ampia varietà di soffioni, per liberare tutta la tua inventiva anche nel momento della pulizia intima. Nello specifico, si tratta di due testine da circa 13 e 9 centimetri, più una testina curva, cui è possibile applicare uno a scelta fra tre diversi ugelli. Tutti i componenti del dispositivo sono realizzati in alluminio di altissima qualità e garantiscono la massima sicurezza a contatto con la pelle. Non male come inizio!

Questa doccia offre tutto ciò che si possa desiderare: eleganza, versatilità ed efficienza. Le varie testine si applicano senza difficoltà ai rubinetti di casa, garantendo un’igiene profonda e sicura, nella posizione che preferisci. Vasca da bagno, box doccia o bidet: potrai scegliere di volta in volta quale uso farne, in base alle esigenze della tua vita quotidiana. Collegandosi direttamente al rubinetto, il modello realizzato da WORSY consente la regolazione di getto e temperatura in tempo reale. Un vantaggio non trascurabile, se ami il comfort a 360 gradi.

Perché amiamo questo prodotto:

  • Consente di scegliere fra diverse testine.
  • Si può usare sotto la doccia e nella vasca.
  • Garantisce una pulizia professionale.
  • È realizzato in alluminio 100%.
  • È completamente waterproof.
  • Facilita il controllo sulla temperatura dell’acqua.

4Supvox Clistere elettrico in silicone

Ribbon-Miglior

Miglior doccia anale elettrica

Comfort e innovazione al servizio della tua igiene intima. La pulizia anale non è mai stata così tecnologica!

Supvox-Clistere-elettrico-in-silicone--1000-600

Se rientri nella folta schiera di chi considera la doccia anale un rituale pesante e monotono, questo gioiellino di Supvox ti costringerà a rivedere le tue convinzioni. Ci troviamo di fronte a un vero e proprio connubio tra design e tecnologia, un dispositivo tanto piacevole da guardare quanto comodo ed efficace da utilizzare.

Realizzata con materiali anallergici di alta qualità, questa doccia anale sfrutta un’innovativa tecnologia elettrica a spruzzo d’acqua. Il confortevolissimo ugello dispone di 5 fori per il passaggio del liquido e 3 diversi livelli di potenza dello spruzzo. Potrai dunque modulare il getto come preferisci, da delicato a potente, in base alle esigenze del momento. Le due valvole di arresto unidirezionali impediscono che il reflusso d’acqua sporca vada a contaminare il contenuto del serbatoio.

I nostri esperti ne hanno apprezzato in particolare la comodità: si usa senza sforzi eccessivi, poiché il getto è generato in automatico dal dispositivo stesso. Un modello sorprendentemente funzionale che si avvia a diventare un must-have per gli amanti della doccia anale.

Perché amiamo questo prodotto:

  • Ha un design raffinato ed esteticamente gradevole.
  • Funziona senza l’uso delle mani.
  • È realizzato con materiali di alta qualità.
  • Ha una comoda forma arrotondata.
  • Il suo ugello morbido e liscio ne facilita l’uso.
  • È adatto alla pulizia di ano e vagina.

5BOHO Teal Doccia anale per lui e per lei

Ribbon-Miglior

Miglior doccia anale di design

Una simpaticissima doccia anale unisex: semplice, colorata e confortevole. Per aggiungere un tocco di buonumore alla tua pulizia intima.

-BOHO-Teal-Doccia-anale-per-lui-e-per-lei--1000-600

La doccia anale firmata BOHO si presenta subito nel migliore dei modi, con il suo packaging curato e accattivante. Un tripudio di colori che, insieme alla grafica particolarmente fresca, fa di questo modello un vero pezzo cool e alla moda. Te ne renderai conto appena l’avrai fra le mani: non parliamo della classica peretta per lavanda rettale, ma di un simpatico bulbo di piccole dimensioni, per un approccio soft alla pulizia delle tue parti più private.

L’aspetto che apprezziamo maggiormente di questo prodotto è senza dubbio la sua estrema semplicità. La sottile bocchetta in silicone dermocompatibile si inserisce agevolmente e senza fastidio, consentendo lo svuotamento del serbatoio attraverso una leggera pressione manuale. Il palloncino ha una capacità di 100 ml, quanto basta per una pulizia regolare e non eccessivamente invasiva.

Perché amiamo questo prodotto:

  • Ha uno stile simpatico e colorato.
  • È facile da riempire.
  • Si pulisce senza difficoltà dopo l’uso.
  • È piccolo e discreto.
  • È realizzato in silicone medico di prima scelta.

6PALOQUETH Doccia anale per donne e uomini

Un prodotto amatissimo e assai apprezzato dagli utenti in Italia e all’estero.

-PALOQUETH-Doccia-anale-per-donne-e-uomini--1000-600

Elegante e funzionale, questo interessante prodotto di PALOQUETH non delude sotto alcun punto di vista. Si tratta di un clistere a peretta dotato di innovativa tecnologia antiriflusso: due valvole, poste nella parte superiore e inferiore dell’ugello, bloccano eventuali contaminazioni d’acqua e facilitano al tempo stesso il passaggio dell’aria. La cannula flessibile risulta particolarmente maneggevole, adatta all’uso anche da parte dei meno esperti.

Prodotto utilizzando materiali sicuri e certificati, il clistere PALOQUETH stupisce per la semplicità del funzionamento, direttamente proporzionale alla sua efficacia. Conclusa la tua doccia anale, potrai smontare senza difficoltà bulbo e cannula per procedere a una meticolosa disinfezione del dispositivo.

PALOQUETH, marchio particolarmente apprezzato dai consumatori, sfrutta la tecnologia del più classico clistere, migliorandola e arricchendola con elementi che ne semplificano di molto l’utilizzo. Questa doccia anale ti meraviglierà, che tu abbia un’ampia esperienza o ti stia avvicinando per la prima volta al mondo degli irrigatori. Si è pertanto guadagnata il nostro premio come doccia anale premium.

Perché amiamo questo prodotto:

  • PALOQUETH è garanzia di qualità.
  • Ha un design semplice, discreto e funzionale.
  • Dispone di valvole che impediscono il reflusso.
  • È realizzato in silicone medico anallergico.
  • Arriva in una confezione sobria e riservata.
  • È raccomandato dai medici generici.

7Xocome Kit doccia per clistere

Un congegno elegante e lineare, da montare all’impianto doccia o a un qualsiasi rubinetto di casa.

-Xocome-Kit-doccia-per-clistere--1000-600

Nel kit per clistere Xocome troverai tutto ciò che serve per una comoda igiene rettale, senza rinunciare a un tocco di stile. Comprende infatti un soffione dal design moderno, pensato per raggiungere anche i punti più nascosti, un pratico tubo da collegare al rubinetto e l’apposito supporto da doccia. Non lasciarti intimorire dall’aspetto sofisticato di questo prodotto: il montaggio è molto più semplice di quanto sembri e i risultati sono realmente eccezionali.

Ti basterà applicare l’ugello a un rubinetto, quindi regolare temperatura e pressione e infine procedere senza timori alla tua doccia anale. Ruotando la valvola in ottone e ceramica potrai aumentare o diminuire comodamente la potenza del getto, per assecondare ogni necessità e svolgere le operazioni nel massimo comfort. Consigliato veramente a tutti e per tutte le esigenze: un must nel suo genere.

Perché amiamo questo prodotto:

  • Ha un design moderno ed elegante.
  • Consente di regolare la pressione dell’acqua.
  • È estremamente maneggevole.
  • È semplice da montare.
  • Si pulisce con facilità.

8CleanStream Ugello comfort

Come avere una pulizia anale ultra profonda senza rinunciare al comfort, a un prezzo più che conveniente.

CleanStream Ugello comfort

Un prodotto sui generis che si contraddistingue per l’aspetto originale, se paragonato alle docce anali più comuni. CleanStream propone un ugello di ben 25,4 centimetri in silicone anallergico, un vero e proprio must che soddisferà anche gli utenti più incontentabili. Non lasciarti ingannare dal suo aspetto “aggressivo”, questo pratico soffione per l’igiene rettale saprà regalarti molte soddisfazioni. Pur caratterizzandosi per un ugello eccezionalmente lungo, la sua flessibilità renderà tua doccia anale un momento di piacevole relax.

Le peculiarità che lo distinguono, unite a un costo decisamente contenuto, ci hanno convinti ad assegnare a questo prodotto il premio come miglior doccia anale per rapporto qualità/prezzo. Lo slogan di CleanStream è “Be prepared. Be confident“. Fatti trovare sempre preparato e sicuro di te, per affrontare ogni evenienza nel migliore dei modi, al riparo da spiacevoli incidenti.

Perché amiamo questo prodotto:

  • Ha un ugello particolarmente lungo.
  • È flessibile ed ergonomico.
  • Si può applicare a qualsiasi tubo universale per doccia.
  • Ha una confezione discreta.

Docce anali: quanti e quali tipi ne esistono?

Docce anali quanti e quali tipi ne esistono

I modelli di docce anali in commercio sono tanti e per tutti i gusti: elementari, di design, ricercati, tecnologici, convenienti oppure costosi. L’elenco potrebbe continuare all’infinito, pertanto non ti sarà difficile trovare un prodotto che soddisfi appieno le tue necessità, sia da un punto di vista pratico che da un punto di vista strettamente economico. Più in generale, e considerandone i soli aspetti tecnici, possiamo suddividere le docce anali in tre grandi categorie:

  • Clistere a peretta
  • Clistere da doccia
  • Enteroclisma

Vediamo ora, nello specifico, in cosa consistono.

Clistere a peretta

Quante volte hai sentito parlare della famosa peretta? Senza dubbio il più conosciuto e utilizzato fra i sistemi di doccia anale. La sua funzione è piuttosto elementare: consiste in una semplice pompetta di gomma che, riempita d’acqua, si svuota nel retto attraverso una cannula. Ne esistono di svariate forme e colori, realizzate in materiali anallergici, di consistenza più o meno morbida. È importante prestare attenzione alla scelta della cannula che, qualora fosse eccessivamente rigida, potrebbe creare difficoltà al momento dell’inserimento.

Nella stessa categoria troviamo il cosiddetto “schizzetto“. A differenza della classica peretta, questo tipo di clistere è formato da un unico pezzo non scomponibile e termina con una morbida cannula di gomma. L’irrigazione avviene tramite uno schizzo delicato che va a sciacquare la cavità rettale senza esercitare una forza eccessiva.

Entrambi i modelli, peretta e schizzetto, hanno una capacità relativamente contenuta: in genere, si parte da un minimo di 25 ml d’acqua fino a un massimo di circa 180 ml. Non lasciarti ingannare: nella maggior parte dei casi non è necessario far uso di un grosso quantitativo di liquidi. Se necessario, ti basterà riempire più volte il serbatoio e ripetere l’operazione finché non otterrai un risultato soddisfacente. Esistono comunque prodotti dotati di bulbi più capienti, per venire incontro a tutte le necessità.

Clistere da doccia

Si tratta di veri e propri soffioni da applicare al rubinetto di un qualsiasi lavandino. Molti di essi sono venduti con un apposito tubo in dotazione e accessori utili al lavaggio rettale. La forma dell’ugello, ossia la parte finale del doccino, varia da modello a modello: starà a te scegliere la più indicata alle tue esigenze o, perché no, quella che più ti soddisfa a livello estetico. Varia inoltre il numero di fori per l’irrigazione, che possono andare da un singolo foro nei modelli base, fino a un numero decisamente più elevato nei prodotti di categoria superiore.

Ultimo particolare, ma non meno importante, la forma del soffione. Avrai un ampio ventaglio di modelli tra cui individuare il tuo preferito: meglio un ugello liscio e regolare oppure curvo e arrotondato? Non esiste risposta unanime: solo con l’esperienza capirai quale doccia anale fa per te. Potresti iniziare optando per un prodotto con più ugelli intercambiabili, per esaminare in prima persona tutte le possibilità a tua disposizione. La nostra guida ti sarà utile nell’orientarti fra le tante alternative, per un acquisto senza rischi e a colpo sicuro.

Chiaramente, questa tipologia di irrigatore richiede più dimestichezza se paragonata a una semplice peretta. Sia per il montaggio che per l’effettivo utilizzo della doccia, è importante avere una certa manualità: in primis assemblando correttamente i componenti del dispositivo, quindi prestando la massima attenzione al getto e alla temperatura dell’acqua. Va detto che, in genere, sebbene questi modelli appaiano più sofisticati rispetto al mero bulbo in silicone, basta davvero poco per imparare a farne un uso corretto e proficuo.

Enteroclisma

Fra tutti gli irrigatori illustrati, l’enteroclisma è senz’altro quello che necessita di maggiore familiarità, ma non lasciarti ingannare dalle premesse e dal nome che, ammettiamolo, suona decisamente minaccioso: siamo qui per rivelarti tutto ciò che devi sapere su questo importante aiuto per la tua igiene anale.

Com’è fatto un kit da enteroclisma? Niente di eccessivamente complicato. Si tratta di una borsa simile a una boule dell’acqua calda o di un contenitore rigido, cui vanno applicati l’apposito tubo flessibile e l’ugello da inserire nell’ano. Esistono kit completi di gancio al quale fissare il serbatoio, per un uso più agevole della lavanda. In linea di massima, la sacca da enteroclisma contiene un massimo di circa 2 litri d’acqua; una quantità più che sufficiente e nella maggior parte dei casi persino eccessiva, per l’utilizzo che ne dovrai fare.

Se vuoi prepararti al meglio per un incontro sessuale senza incorrere in spiacevoli sorprese, questo genere di doccia anale ti consentirà una pulizia eccezionalmente profonda. Non è raro trovare in commercio enteroclismi pronti all’uso, pre-riempiti con appositi detergenti o soluzioni per la pulizia del colon. Una buona notizia? L’enteroclisma esiste anche nella versione da viaggio, per averlo sempre a portata di mano, anche quando sei fuori casa.

Quali sono i vantaggi delle docce anali?

Per posizione, conformazione e soprattutto per le specifiche funzioni che è tenuto a svolgere, l’ano è fra le parti del corpo che più si prestano all’accumulo di germi e batteri, oltre che a ristagni di materia fecale. Ciò non va confuso con una scarsa pulizia o poca attitudine all’igiene personale; molto più banalmente, il tratto anale richiede cure specifiche con cui non tutti hanno dimestichezza.

A tal proposito, la doccia anale rappresenta un valido quanto indispensabile aiuto: dedicando pochi minuti alla cura della tua igiene personale, garantirai sia a te che al tuo partner rapporti sessuali puliti e più sereni. E sebbene affidarsi a un lassativo possa apparire la via più semplice, non è certo la soluzione più efficace per ripulire l’organismo da ogni traccia di tossine. Per ottenere risultati di una certa entità, il lavaggio anale rimane senza dubbio la migliore delle opzioni.

A differenza di metodologie più blande, il clistere agevola un più rapido scioglimento delle feci, nonché il distaccamento di eventuali residui dall’intestino e dalle pareti rettali. Se cerchi una piacevole sensazione di pulizia e leggerezza, il regolare lavaggio del colon diventerà per te un rituale imprescindibile

I vantaggi di tale pratica hanno importanti ripercussioni nientemeno che sulla sfera psichica, aumentando l’autostima e la sicurezza di sé. E poi ammettiamolo, quanto è bello approcciarsi al sesso anale senza inutili angosce?

Chiaramente, l’importanza di una corretta igiene non si limita alla sola buona riuscita di un rapporto sessuale. Mantenere ano e retto puliti si rivela assai utile anche da un punto di vista prettamente salutare. Qualche esempio?

  1. Rende la pelle più pulita: Le imperfezioni della pelle sono un riflesso delle tossine nel nostro corpo. L’uso regolare della doccia anale favorisce la loro espulsione e un conseguente miglioramento nell’aspetto dell’epidermide.
  1. Rafforza il sistema immunitario: Rimuovere tutti i residui tossici dal colon aiuta l’organismo ad acquistare forza e a proteggersi da fastidiosi attacchi esterni.
  2. Migliora la circolazione del sangue: La pulizia del colon fa sì che il corpo investa meno energie nell’espulsione delle tossine, rendendo più fluida la circolazione del sangue.

Come utilizzare la doccia anale

Come utilizzare la doccia anale

Per ottenere risultati soddisfacenti, è bene procedere alla doccia anale seguendo alcuni semplici step che ne facilitino la riuscita. Per prima cosa, è importante che ti ritagli tutto il tempo necessario. Perché si sa, la fretta è cattiva consigliera e, specialmente nelle situazioni più delicate, rischia di diventare controproducente.

Un consiglio? Vivilo come un momento di puro relax, un rituale da dedicarti con calma e in completa serenità.

Una volta creato un ambiente disteso e rilassato, potrai dedicarti alle varie operazioni di pulizia.

  1. Espellere in modo naturale i residui di feci. In altre parole, vai di corpo! L’intestino alleggerito è un ottimo punto di partenza per la nostra pulizia anale. Ricorda: è importante che, nel farlo, non eserciti uno sforzo eccessivo, rischiando di provocare fastidiose irritazioni all’ano. In tal caso, l’utilizzo di clisteri o lavaggi interni potrebbe risultare doloroso e, di conseguenza, inutile.
  2. Espletate le incombenze fisiologiche, passiamo al lavaggio vero e proprio iniziando, ovviamente, dalla parte esterna. Il classico bidet, anche se superficiale, eviterà che residui fecali vengano spinti all’interno con l’inserimento della doccia anale. In alternativa puoi passare intorno all’ano una salviettina detergente specifica per l’igiene intima.
  3. Assicurati che lo strumento scelto per l’irrigazione sia perfettamente igienizzato. Prima di un qualsiasi contatto con le parti più delicate del corpo, è importante che tubi, ugelli e doccini vari vengano debitamente puliti e risciacquati. Per farlo, puoi impiegare appositi detergenti o, se preferisci, dell’acqua tiepida con sapone neutro.
  4. A questo punto non ti resta che versare l’acqua o la soluzione che preferisci all’interno del serbatoio e dare il via al tuo lavaggio intimo. Chiaramente, le procedure cambiano in base al metodo che hai scelto di adottare. Vediamo quindi, nello specifico, come si utilizzano le varie docce anali.

Peretta

Per quanto riguarda la classica peretta, è necessario togliere la cannula e, una volta riempito il bulbo, reinserirla con cura. Presta molta attenzione a questo passaggio: qualora la cannula non aderisse perfettamente al bulbo, potrebbero verificarsi delle perdite che comprometterebbero l’efficacia del getto.

Sdraiati quindi sul fianco sinistro e falla scivolare delicatamente nell’ano. Se può esserti d’aiuto, utilizza un comune lubrificante che renda più agevole questa operazione. Qui troverai alcune valide alternative e consigli al riguardo.

A questo punto premi il bulbo e lascia che il liquido faccia il suo dovere. Basta attendere qualche minuto perché i primi residui si stacchino dalle pareti del retto e fuoriescano. Di norma, è sufficiente ripetere l’operazione due o tre volte per ottenere risultati soddisfacenti. Prosegui finché i liquidi espulsi non risultano perfettamente puliti.

Clistere da doccia

A differenza della peretta, il clistere da doccia non necessita di riempimento. Come abbiamo visto, la sua particolarità è sfruttare il potere dell’acqua attingendola direttamente dal rubinetto.

Verifica sempre che i vari elementi del soffione siano adeguatamente puliti e pronti all’uso; per quanto appaia paradossale, la cosiddetta “porta sul retro” va tutelata da traumi e infezioni tanto quanto parti del corpo in apparenza più delicate. Anche per questo ti consigliamo l’impiego di un buon lubrificante che renda l’inserimento agevole e indolore. Se ti stanno particolarmente a cuore le tematiche green o vuoi semplicemente cimentarti nell’autoproduzione, puoi optare per un lubrificante fatto in casa, come abbiamo illustrato in un precedente articolo.
Posizionato l’ugello, non resta che lasciar scorrere l’acqua.

Attenzione: assicurati che la temperatura sia tiepida e che la potenza del getto non risulti eccessiva! Perché l’igiene è importante, ma evitare incidenti potenzialmente gravi rimane la nostra priorità.

Puoi ripetere l’operazione, senza esagerare, finché l’acqua in uscita non sarà completamente pulita.

Enteroclisma

La preparazione dell’enteroclisma richiede qualche accorgimento in più, poiché è necessario assemblare più componenti. Seguendo scrupolosamente le istruzioni allegate al prodotto, dovresti completare l’operazione in pochi minuti. Riempita la sacca, dovrai posizionarla a circa 60/90 centimetri d’altezza, poiché il suo funzionamento sfrutta la forza di gravità. Potrai dunque appenderla a una maniglia o all’apposito gancio in dotazione.

A questo punto ti consigliamo di sdraiarti sul fianco sinistro o in posizione supina, portando le gambe al petto: cospargi l’ugello di lubrificante e inseriscilo delicatamente per circa 7 centimetri. Apri la valvola e armati di pazienza, finché la sacca non sarà completamente vuota. Non dovrebbe comunque volerci molto. Qualora l’esigenza di evacuare comparisse prima, assecondala senza sforzarti di ricevere l’intero quantitativo di liquidi. In caso contrario, attendi lo stimolo e procedi regolarmente all’espulsione delle feci.

Non ti resta che cimentarti senza esitazioni nella tua prima doccia anale. In men che non si dica acquisterai sicurezza e confidenza nelle tue capacità, individuando le tecniche che ti risultano più funzionali.

Che tipo di soluzione utilizzare?

Che tipo di soluzione utilizzare

Esistono svariate teorie a riguardo: c’è chi usa semplice acqua distillata e chi preferisce una combinazione di diverse sostanze. Tra le più gettonate, un mix di acqua tiepida mista a olio garantisce sempre la buona riuscita del lavaggio. A tuo piacere, potrai aggiungervi della glicerina, sapone o una blanda soluzione lassativa. Questo agevolerà lo scioglimento delle feci e la successiva espulsione.

Per quanto riguarda l’enteroclisma, puoi impiegare una soluzione d’acqua e sale, acqua e bicarbonato oppure, per una sensazione ancor più rinfrescante, qualche goccia della tua essenza naturale preferita. Insomma, le varianti di un buon clistere sono praticamente infinite. Le più famose? Il clistere al caffè, che smuove grosse quantità di materia fecale, quello alla camomilla, al bicarbonato e al limone. Quest’ultimo con funzione disinfettante.

Come pulire la doccia anale dopo l’uso

Prima di riporre la nostra doccia anale è indispensabile procedere a un’accurata disinfezione di ogni sua parte. Germi e batteri si eliminano con acqua calda e un buon prodotto per la pulizia. Bulbi, schizzetti e sacche devono essere sciacquati più volte in l’acqua, riempiendoli e svuotandoli ripetutamente.

Per una sanificazione ancor più profonda, può essere utile impiegare della candeggina nella misura di un cucchiaio per ogni litro d’acqua. Le varie componenti del clistere andranno immerse nella soluzione per circa trenta minuti, quindi accuratamente sciacquate sotto l’acqua corrente e infine asciugate con un panno pulito. Questo procedimento assicurerà la perfetta igienizzazione del dispositivo, evitando qualsiasi contaminazione di residui fecali.

Se preferisci, potrai affidarti a una soluzione di acqua e amuchina, oppure acqua e aceto. Resta comunque indispensabile attenersi alle eventuali istruzioni per la pulizia che troverai allegate alla tua doccia anale.

La doccia anale può essere fastidiosa?

Tutti gli strumenti per il lavaggio anale sono pensati per consentirne un impiego quanto più funzionale possibile; ciò significa che, oltre a raggiungere il loro scopo, devono essere comodi e non creare disagi di sorta. È tuttavia possibile che, quando si ricorre per la prima volta a un clistere, fattori di natura psicologica ne compromettano il buon esito, provocando fastidi e persino dolore. Anche i tanti racconti negativi e, urge sottolinearlo, lontani dal vero, non contribuiscono alla buona reputazione della doccia anale, trasformandola in un vero e proprio tabù che molti rifiutano a priori.

In realtà, potresti percepire un po’ di fastidio qualora le pareti del retto o dell’intestino fossero leggermente irritate. Niente di insopportabile, la sensazione di freschezza che proverai a fine lavaggio compenserà ampiamente qualche piccolissimo disagio. Se il dolore dovesse risultare eccessivo, evita di forzare la mano e abbandona immediatamente l’impresa: potresti aggravare eventuali lesioni al colon di cui non eri a conoscenza.

Come ti abbiamo precedentemente consigliato, assicurati di cospargere la punta dell’ugello con un buon lubrificante, per consentirle un inserimento rapido e agevole. Questo semplice accorgimento scongiurerà eventuali irritazioni e, di conseguenza, spiacevoli dolorini. Non avere paura di abbondare! Se può esserti d’aiuto, un po’ di lubrificante in più non sarà la fine del mondo. Qui troverai i migliori lubrificanti anali consigliati dai nostri esperti.

Seguendo diligentemente le istruzioni e prendendo tutte le debite precauzioni, imparerai presto a gestire le tue docce anali nella massima disinvoltura.

L’unico vero disagio potrebbe insorgere qualora ci fosse un problema di emorroidi: in questo caso, per ovvie ragioni, l’inserimento della cannula risulterebbe doloroso, quando non impossibile. Si tratta comunque di una patologia che richiede trattamento medico, pertanto consigliamo di risolverla prima di cimentarsi in qualsiasi tipo di doccia anale.

È importante fare un lavaggio completo prima di un rapporto anale?

È importante fare un lavaggio completo prima di un rapporto anale

Quando si parla di sesso, e soprattutto di sesso anale, l’igiene riveste un ruolo primario: è una questione di rispetto per se stessi e per il partner.

Al di là delle facili ironie, delle esperienze disastrose e delle brutte figure, le possibilità di contrarre spiacevoli infezioni attraverso un rapporto anale sono sempre dietro l’angolo.

L’ano è ambiente ideale per batteri e microorganismi che si moltiplicano con lo scambio di fluidi corporei, rischiando di contaminare il partner. Un buon clistere prima del rapporto elimina eventuali ristagni di feci, con la relativa carica batterica. In ogni caso, ricordiamo che il solo lavaggio, per quanto approfondito, non garantisce la totale protezione dai rischi legati al sesso anale. È pertanto bene che, affiancato a una scrupolosa igiene intima, ci sia sempre e comunque l’uso del preservativo. Questo si rivela fondamentale non solo per la prevenzione dell’HIV, come da autorevoli studi ormai condotti in tutto il mondo, ma anche per bloccare la trasmissione di malattie assai più banali.

Doccia anale e anal toy: è proprio necessaria?

Come ben sappiamo, le gioie del sesso anale non si limitano alla penetrazione con il pene: esistono infinite possibilità e non poniamo limiti alla fantasia. Fra le varie opzioni, i sex toy la fanno sicuramente da padrona, con il loro ampio utilizzo sia tra le coppie etero che tra le coppie omosessuali. Per quanto riguarda il sesso anale nello specifico, i modelli in commercio sono svariati e rispondono alle più ampie aspettative: si va dai plug anali ai celeberrimi strap-on, senza dimenticare i vibratori per prostata e le palline anali.

Visto l’uso per cui sono concepiti, la possibilità che si verifichino gli stessi problemi tecnici di un normale rapporto anale non è poi così remota. Possiamo quindi ragionevolmente affermare che sì, prevenire il solito inconveniente con un’accurata pulizia del retto, rimane sempre e comunque un’ottima idea. A tal proposito è bene ricordare che lo scambio di sex toy, soprattutto anali, è caldamente sconsigliato, proprio in virtù dell’elevata concentrazione di germi e batteri all’interno del retto.

FAQ: le domande più frequenti sulle docce anali

le domande più frequenti sulle docce anali

Se non hai mai fatto una doccia anale e temi di commettere errori, puoi chiedere a una persona fidata di assisterti. Si tratta comunque di un'operazione piuttosto banale e alla portata di tutti.

Non esiste una regola universale: come in ogni cosa, il buonsenso sta alla base di tutto. In linea di massima, consigliamo di non ricorrervi più di una o, al massimo, due volte alla settimana.

La doccia anale va generalmente fatta almeno 45 minuti prima del rapporto. Se preferisci prendertela comoda, ti consigliamo di eseguire il clistere con almeno due ore di anticipo. Con la pratica imparerai a conoscere i tuoi tempi e a regolarti di conseguenza.

Esistono studi secondo cui un uso eccessivo di clisteri e lavande anali rischierebbe di compromettere la flora batterica, indebolendo l'organismo ed esponendolo a seri rischi per la salute. Inoltre, un uso improprio dei sistemi sopra citati può provocare lesioni all'ano e all'intestino. Va detto comunque che si tratta di casi assai rari che si scongiurano facilmente seguendo le istruzioni e poche regole di buonsenso.

Conclusione

Ora che sai tutto su come ottenere una perfetta igiene della tua parte più intima, puoi procedere all’acquisto della doccia anale che fa per te: fra perette, schizzetti, clisteri e soffioni non avrai che l’imbarazzo della scelta. Siamo certi che la tua vita sessuale ne gioverà e una buona pulizia anale diventerà parte integrante della tua routine di benessere.