Come Fare Sesso Tra Le Lesbiche? 7 Cose Che Dovresti Sapere Per La Tua Prima Volta

Finalmente sta per succedere... Ma quante incertezze! Niente paura, qui imparerai ad approcciare il sesso saffico nel modo giusto (e in sicurezza)!

Come Fare Sesso Tra Le Lesbiche
INDICE

Fare sesso per la prima volta mette sempre tanta ansia, a prescindere dal proprio orientamento sessuale! Purtroppo, anche per quanto riguarda il sesso lesbico, circolano tanti falsi miti che non rispecchiano la realtà!

Ecco perché, per vivere con più serenità e maggiore consapevolezza il sesso “tra donne”, è importante educare se stessi! Ma prima di parlare di sesso lesbico, andiamo a scoprire il vero significato di questo termine.

Pensavi che per “sesso lesbico” si intendesse solo ed esclusivamente il sesso tra donne? Sappi che non è così! Infatti, esistono donne attratte da altre donne che però non si riconoscono come lesbiche. Queste potrebbero identificarsi come bisessuali, pansessuali, queer o persino eterosessuali. Inoltre, il “sesso tra lesbiche” non è un’esclusiva di chi ha la vagina, poiché può essere praticato anche da persone che hanno il pene e persone intersessuali

Proprio come le coppie eterosessuali, anche le coppie lesbiche possono masturbarsi a vicenda, avere rapporti sessuali orali, penetrativi, ecc. Il tutto dipende da ciò che piace di più!

Mentre molti individui tendono a considerare il sesso “vero” solo quando è contemplata la penetrazione pene-vagina, per altri la definizione di sesso è piuttosto fluida. Sesso significa anche masturbazione reciproca, sesso orale, utilizzo di sex toys e tantissimo altro ancora!

No ai falsi miti sul sesso lesbico: ecco quali sono i più comuni

Si è portati a credere che, all’interno della coppia lesbica, uno dei partner rivesta sempre “la parte dell’uomo”, mentre l’altro sia quello “passivo”. In realtà, questa dinamica può funzionare per alcune coppie, ma non per tutte!

Falso mito#1: Si conoscono meglio i punti da stimolare

Nell’immaginario collettivo si tende a pensare che il sesso lesbico sia più “facile”, proprio perché una donna può riuscire a capire meglio dell’uomo come far provare piacere ad un’altra donna. Ciò rispecchia la realtà solo in parte!

Infatti, essere entrambe donne non significa avere gli stessi genitali: esistono donne cis con vagina e donne trans che però hanno il pene. E poi, ogni corpo risponde alla stimolazione sessuale in modo diverso, anche se si hanno gli stessi genitali. Ciò che un partner potrebbe trovare piacevole per un altro potrebbe risultare piuttosto noioso.

Falso mito#2: Si usano sempre strap-on

Nella fantasia erotica generale si pensa che tutte le coppie lesbiche utilizzino uno strap-on; sex toy che – una volta fissato al bacino di uno dei partner attraverso un’imbracatura – permette di simulare la penetrazione vaginale e anale. Sebbene piuttosto popolari e apprezzati, non sono obbligatori! La coppia lesbica potrà scegliere in autonomia se utilizzarlo o no.

Falso mito#3: Si esegue la “forbice”

Altro falso mito è quello della famigerata “forbice”, ovvero quella posizione sessuale praticata da due persone con la vagina che – divaricando le gambe – strofinano le proprie vulve. Oltre a non essere apprezzata da tutte, la forbice può risultare piuttosto scomoda. Quindi, ancora una volta, starà alla coppia decidere se metterla in pratica o meno!

Falso mito#1: Non si corrono rischi

Altro mito da sfatare, particolarmente controverso, è quello che vede il sesso lesbo al riparo da gravidanza e malattie sessualmente trasmissibili. Non è assolutamente così! È possibile rimanere incinta se uno dei partner ha il pene e l’altro ha la vagina.

Per quanto riguarda invece la possibilità di essere contagiato o di contagiare malattie sessualmente trasmissibili, questa rimane invariata, poiché, sia con il sesso omosessuale che con quello eterosessuale, è possibile contrarre diverse malattie potenzialmente pericolose.

Prima volta? Ecco 7 cose sul sesso lesbico che dovresti sapere

image

1. La comunicazione al primo posto

Oltre a comunicare quelli che sono i tuoi desideri, dovrai impegnarti a capire anche quelli del/della partner. In particolare, il consenso è fondamentale; anche se il/la partner ti ha già fatto capire che vuole fare sesso, ciò non significa che potrai agire senza chiedere ulteriori conferme.

Ricorda che, anche se avete già affrontato il discorso sesso prima, ciò non significa che avrai libero accesso a tutte quelle che sono le tue fantasie. Infatti, il diritto di revocare il consenso durante il sesso, vale sempre!

Se ti senti particolarmente nervoso/a, parlane senza farti troppi problemi. Condividere le proprie insicurezze aiuta a rendere la coppia molto più intima. Non aver paura di chiedere cosa gli piace o cosa vorrebbe provare insieme a te.

Infine, non fare mai supposizioni su ciò che il tuo partner vuole o no! Invece, chiedi sempre cosa vorrebbe, prima di arrivare al sodo!

2. Come funziona la stimolazione manuale di genitali e ano nel sesso lesbo

Potrai dare piacere al/alla partner semplicemente stimolando con le mani i genitali e la zona anale, sperimentando diversi movimenti.

Per stimolare manualmente la vagina potrai iniziare con l’accarezzare il clitoride attraverso movimenti circolari o andando su e giù, variando velocità e pressione, (scopri tutto sul fingering).

Per trovare il punto G – piccola area ruvida situata nella parete vaginale interna – e per toccare clitoride o ano con le dita, ricorda di utilizzare un buon lubrificante! La stimolazione avrà tutto un altro risultato!
Come stimolare manualmente il pene: ci sono molti modi per stimolare manualmente il pene. Potrai iniziare il massaggio tenendo saldamente il pene con la mano e facendola scorrere su e giù.

Chiedi al/alla partner quale velocità e pressione preferisce! Strofina delicatamente il glande e non dimenticare di prestare attenzione anche a scroto e perineo. Potrai spingerti un po’ oltre – se apprezzato o richiesto – accarezzando l’ano e penetrandolo con le dita. Ancora una volta, consigliamo l’utilizzo di un buon lubrificante!

3. Come stimolare i capezzoli nel sesso lesbico

Ricorda che alcune persone hanno capezzoli molto sensibili, quindi sii gentile e chiedi al/alla partner quale livello di pressione preferisce. Gioca in questo modo: strofina i capezzoli tra le dita, tirali delicatamente, leccali, succhiali. Oppure, usa dei sex toy specifici – come le pinze per capezzoli – o i vibratori. Preferisci usare quello che hai in casa? Utilizza un cubetto di ghiaccio!

4. Come praticare la stimolazione orale nel sesso lesbico

Usare la bocca e la lingua per dare piacere al/alla partner nel modo giusto (che non è mai uguale per tutti, ma cambia in base alle varie preferenze personali), richiede pratica ed esperienza.

Se il/la partner ha la vagina si potranno baciare, leccare e succhiare clitoride, piccole labbra, ingresso vaginale, zona anale e ano. Se invece ha il pene potrai baciare, leccare o succhiare il glande, l’asta del pene, lo scroto, il perineo e l’ano. (Per approfondire l’argomento scopri subito come eseguire un blowjob infallibile).

5. Come praticare la penetrazione vaginale/anale nel sesso lesbico

Ricorda che, se praticato tra partner con pene e vagina, anche attraverso il sesso lesbico è possibile instaurare una gravidanza. Se questo dovesse essere il tuo caso, per evitare una gravidanza indesiderata, decidi con il/la partner quali opzioni contraccettive utilizzare.

Oltre alla penetrazione della vagina con il pene, nel sesso lesbo potrai praticare la penetrazione vaginale con le dita (fingering) (LINK), con un dildo o con un vibratore. Se invece hai intenzione di fare sesso anale, ricorda che avrai bisogno di qualche accorgimento in più! Poiché l’ano non è naturalmente lubrificato, l’utilizzo del lubrificante è tassativo! I movimenti dovranno essere delicati, poiché le pareti dell’ano possono lacerarsi facilmente.

Consigliatissimo l’uso del preservativo, anche se si pratica la penetrazione anale con i sex toys!
Oltre alla penetrazione anale con il pene, potrai anche; penetrare l’ano con le dita, praticare il fisting anale, inserire un dildo o un vibratore, oppure utilizzare un plug anale o un altro giocattolo progettato specificamente per l’ano.

6. Quali posizione scegliere?

Mettiamo da parte (per adesso) il Kamasutra, ma scegliamo le posizioni più collaudate come le seguenti:

Penetrazione vaginale

Il missionario è un classico intramontabile! Ti sembra noioso? Se siete all’inizio della vostra relazione niente potrà mai risultare noioso, tanto meno la più classica delle posizioni.

Metterla in pratica è piuttosto semplice; il partner con la vagina giace sulla schiena. Il partner con il pene (o con indosso uno strap-on) si sdraia sopra, a faccia in giù, e inserisce il pene nella vagina. Per il massimo comfort – e per facilitare la penetrazione – disponi un cuscino sotto il bacino.

Penetrazione anale

La classica pecorina è un must! Per farla non occorre essere degli acrobati; la persona che viene penetrata si mette a carponi, con le ginocchia leggermente divaricate.

Per ottenere maggior stabilità e comfort si potrà inclinare la schiena e appoggiare la testa sugli avambracci, oppure raddrizzare gli avambracci e mantenere la schiena in posizione orizzontale. Il/la partner può inginocchiarsi dietro e penetrare l’ano con le dita, il pene o con un sex toy.

La pecorina è la posizione ideale anche per praticare la stimolazione orale di vagina e ano!

Sesso orale e stimolazione manuale

Sdraiati sulla schiena e mantieni gambe divaricate e ginocchia leggermente piegate. Il/la partner potrà semplicemente adagiarsi a pancia in giù tra le tue gambe.

7. Si può rimanere incinta con il sesso lesbico?

In tanti credono che le lesbiche non possano rimanere incinte e che, con il sesso lesbico non si possa instaurare una gravidanza. Questo è un mito basato sul presupposto che entrambe le donne siano cisgender.

Ma una coppia costituita da un/una partner transgender (dotato/a di pene) e una partner cisgender dotata di vagina, può concepire un figlio. Se ti trovi in una situazione analoga e desideri evitare una gravidanza, parla con il tuo partner su quale contraccettivo utilizzare.

E se voglio introdurre un sex toy?

L’inarrestabile popolarità dei sex toys – documentata da diverse statistiche come questa realizzata dalla Grand View Research – ha trasformato l’intimità delle coppie, rendendo i partner maggiormente consapevoli su quello che è il loro piacere intimo.

Tuttavia, prima di introdurlo nella coppia – soprattutto se si è solo all’inizio di una relazione – meglio andare cauti e sondare il terreno, in modo da capire se anche dall’altra parte c’è lo stesso interesse!

Noi di Chiara amiamo sfatare luoghi comuni e falsi miti; come quello che vede il sesso lesbico associato esclusivamente a maxi dildo e strap-on XXL! Non è assolutamente così!

Molte donne, infatti, raggiungono l’orgasmo (spesso multiplo) con la sola stimolazione clitoridea! Ecco perché brand come Womanizer, Satysfier e Lelo – grazie ad intuito e lungimiranza – hanno realizzato i geniali succhia clitoride!

Come fare sesso lesbo in sicurezza: la salute prima di tutto!

Tutti coloro sessualmente attivi corrono il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili. Le donne appartenenti alle minoranze sessuali – lesbiche, bisessuali, ecc. – possono andare incontro ad alcuni problemi specifici.

Per meglio agire, è importante comprendere i problemi di salute comuni tra le donne delle minoranze sessuali, così da assumere le giuste misure e rimanere in salute!

Problemi della sfera psicologica

Le donne appartenenti alle minoranze sessuali corrono un più alto rischio di depressione e ansia. I fattori scatenanti includono l’alienazione sociale, la discriminazione e il rifiuto da parte di famigliari, amici o colleghi di lavoro.

Non di rado, tali atteggiamenti possono degenerare sino a sfociare in veri e propri abusi. Per meglio affrontare questo genere di circostanze si consiglia di cercare un supporto psicologico.

Se ti senti depresso/a parla con il tuo medico o chiedi aiuto a uno psicologo, oppure confidati con chi ti è più vicino.

Impara a riconoscere (e denunciare) la violenza domestica

La violenza domestica può manifestarsi all’interno di un qualsiasi rapporto di coppia. Spesso, le persone appartenenti alle minoranze sessuali che tengono nascosto il loro orientamento tendono a non denunciare gli episodi violenti, perché ricattate dall’aggressore.

La paura di essere discriminati può in alcuni casi essere così forte da impedire alla vittima di reagire. Ma rimanere in silenzio e accettare una relazione violenta porta inesorabilmente a depressione e ansia.

Il timore di rivelare la tua relazione omosessuale o la tua identità sessuale, rischierà di isolarti e di impedirti di ricevere aiuto. L’unico modo per fermare la violenza domestica è agire, senza aspettare che si verifichino escalation di aggressioni sempre più gravi.

Se sei vittima di violenza domestica prendi in considerazione la possibilità di chiamare un numero verde antiviolenza e stalking – 1522 – o di contattare direttamente la polizia (oggi è possibile farlo anche attraverso un’App).

Come proteggersi dalle infezioni sessualmente trasmissibili

Alcune malattie sessualmente trasmissibili, come il Papilloma Virus (HPV), possono diffondersi anche tra lesbiche e bisessuali.

Non solo il sesso orale e il contatto manuale di vagina o ano possono diffondere infezioni, ma anche la condivisione di sex toys (ecco perché è importante pulirli bene dopo ogni utilizzo).

Attraverso il contatto sessuale è possibile contrarre anche l’HIV – ovvero il virus che causa l’AIDS – e l’herpes genitale (HSV). Il modo migliore per mantenersi in salute? Praticare sesso sicuro!

Ecco alcuni consigli su come proteggersi dalle infezioni sessualmente trasmissibili:

Fai il test (e fallo fare anche al/alla partner)

Avere rapporti sessuali non protetti – con un uomo o con una donna – metterà a rischio la tua salute e quella del partner, a meno che non siate entrambi certi di non avere alcuna malattia sessualmente trasmissibile. Eseguire i test permette a molte persone che non sanno di essere infette di mettere al riparo partner, fissi e occasionali.

Pratica solo sesso sicuro

Anche durante il sesso orale si possono contrarre malattie sessualmente trasmissibili! Se non conosci bene il/la partner con cui fai sesso potrai utilizzare un piccolo pezzo di lattice (puoi crearlo semplicemente da te con un preservativo), per praticare il sesso orale senza rischi.

Lava accuratamente i sex toys con acqua calda e sapone neutro dopo l’uso, oppure – in caso di dildo e vibratori dalle forme falliche – utilizzali con un preservativo. Se usi le dita per penetrare vagina o ano del/della partner, evita di toccare bocca, occhi o parti intime e ricorda di lavare le mani scrupolosamente.

Limita l’alcol e non usare droghe

Quando si è sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, si tende maggiormente ad assumere comportamenti irresponsabili! Se fai uso di farmaci o altre sostanze iniettabili, non condividere mai siringhe o aghi!

Scegli di vaccinarti

Ivaccini possono proteggerti dall’epatite A e dall’epatite B, infezioni che aggrediscono il fegato e che possono essere trasmesse attraverso il contatto sessuale. Chiedi al tuo medico di poter fare il vaccino anti papilloma virus, esso può proteggere da alcune forme di tumori come quelli di cervice, vagina, vulva, ano e cavo orale.

Conclusione

Come vedi, i rapporti sessuali di tipo lesbico non hanno limitazioni! Essi possono prevedere la penetrazione vaginale o anale (anche attraverso il pegging), il sesso orale e tanto altro ancora.

Proprio come capita nelle relazioni etero, le persone coinvolte in una relazione lesbica possono impiegarci un po’ prima di capire come fare del buon sesso, soddisfacendo i desideri di entrambi.

Per rendere il sesso più pepato si potranno usare strap-on o qualsiasi altra tipologia di dildo, (ma anche dita e lingua andranno benissimo). Sapevi che attraverso il sesso lesbico è possibile sperimentare più orgasmi? Basta ascoltare il proprio corpo e lasciarsi guidare dalle emozioni!

Ma il sesso lesbico è caratterizzato da una suddivisione rigida di ruoli del tipo “chi fa l’uomo e chi fa la donna”? Metti da parte gli stereotipi! In realtà, la vera protagonista della sessualità lesbica è l’attrazione per il corpo femminile.

Tuttavia, può accadere che durante il rapporto sessuale si creino determinate dinamiche, che però possono essere invertite senza troppi problemi.

Hai trovato questo articolo utile?