“Edging”: di cosa si tratta? Vantaggi, possibili rischi e i modi di praticarlo in modo divertente

Scopri come durare più a lungo e migliorare le tue performance sessuali con la pratica dell'edging!

Edging di cosa si tratta
INDICE

L’Edging non è una tecnica molto diffusa ma è particolarmente efficace nel trattamento dell’eiaculazione precoce. In cosa consiste? L’Edging consiste in una stimolazione sessuale fino ad arrivare al punto che precede l’eiaculazione e, anziché raggiungere l’orgasmo, ci si ferma temporaneamente per poi riprendere con la stimolazione. In questo modo viene ritardato lo stimolo dell’eiaculazione e si riesce a prolungare la durata del rapporto!

L’Edging è un esercizio che può aiutare a prendere maggior controllo sul proprio piacere e che viene spesso consigliato a chi è affetto da eiaculazione precoce. Questa tecnica può essere praticata sia da soli sia in compagnia del partner ed è fruibile anche dalle donne! L’Edging, infatti, non consiste semplicemente nel trattenere l’eiaculazione ma, invece, nel prolungare la durata del rapporto e nel ritardare l’orgasmo. Secondo uno studio, l’eiaculazione precoce non è un problema che affligge esclusivamente gli uomini, ma anche le donne. Ecco perché l’Edging è una tecnica versatile che viene consigliata anche alle donne!

Sei curioso di saperne di più? Ecco tutti i benefici dell’Edging

1. Orgasmi più intensi e appaganti

L’Edging migliora solamente il controllo dell’orgasmo o ha anche effetti sull’esperienza sessuale del soggetto? Secondo l’International Society for Sexual Medicine, l’Edging migliora anche l’intensità dell’orgasmo! Quindi, rapporti più duraturi e orgasmi più intensi e appaganti… Cosa volere di più? Questa tecnica che permette di ritardare l’orgasmo quando può essere utilizzata?

  • Durante i rapporti sessuali
  • Durante la masturbazione

2. Orgasmi più facili da raggiungere

L’Edging è un grandissimo alleato anche del sesso femminile! Com’è ormai noto, le donne in media hanno bisogno di più tempo per raggiungere l’orgasmo rispetto agli uomini e, diciamocelo, non tutte abbiamo un partner in grado di mantenere una performance sessuale per… Ben 14 minuti! Anzi, l’orgasmo femminile non sempre viene raggiunto durante i rapporti sessuali! Secondo uno studio del 2014, le donne che si masturbano raggiungono l’orgasmo più facilmente durante i rapporti sessuali. Per quale motivo? Perché durante la masturbazione prendono maggior controllo del proprio piacere e imparano a prolungarne la durata a piacimento.

3. Ritarda l’orgasmo

L’Edging non è un aiuto solamente per chi soffre di eiaculazione precoce, ma anche per tutte quelle persone che vogliono semplicemente ritardare l’orgasmo e godersi il piacere più a lungo! In questo caso, è sufficiente interrompere la stimolazione quando l’orgasmo si avvicina o ridurre l’intensità del rapporto. Può anche essere utile cambiare posizione sessuale per prendersi una pausa in modo naturale e riprendere poi con nuovo entusiasmo!

4. Migliora i preliminari

Prolungare la durata dei rapporti sessuali ha anche un altro beneficio che non deve essere sottovalutato: durante i periodi di stop ci si può concentrare maggiormente sui preliminari e sulla stimolazione del/della partner! Quando l’attenzione non è più rivolta esclusivamente al raggiungimento dell’orgasmo, c’è un mondo di piacere da esplorare… Basta concedersi il tempo per farlo! Quindi, con l’Edging si ha più tempo per esplorare il piacere del/della partner e per vivere preliminari super intensi e appaganti!

5. Più tempo per le zone erogene

Come per i preliminari, l’Edging lascia a disposizione dei partner più tempo per godersi il proprio piacere. In particolare, i periodi di stop sono un’occasione per stimolare le zone erogene del partner e per scoprire quelle ancora inesplorate! Infatti, la donna non raggiunge l’orgasmo esclusivamente attraverso il rapporto sessuale, anzi, il corpo femminile mette a disposizione ben 8 tipologie di orgasmo… Tutte a portata di mano! Le evidenze scientifiche, infatti, confermano che, sebbene l’orgasmo vaginale sia raggiungibile attraverso il rapporto sessuale, stimolare le zone erogene, in particolare il clitoride, migliora l’intensità dell’orgasmo e ne facilita il raggiungimento!

6. Migliora il rapporto di coppia

Il sesso è il momento di massima intimità e permette ai partner di condividere fisicamente ed emotivamente. L’Edging permette alla coppia di esplorare la propria sessualità in modo nuovo, diverso ed eccitante! È un ottimo metodo per contrastare la routine e per aggiungere un tocco di varietà sotto le lenzuola. Si sa, con il passare del tempo l’abitudine e la monotonia possono rovinare l’esperienza sessuale, ma l’Edging può essere l’occasione giusta per comunicare con il partner e condividere i propri interessi sessuali!

7. Previene il tumore alla prostata

Il tumore alla prostata è uno dei principali problemi che interessa il sesso maschile e, secondo uno studio, l’eiaculazione frequente e regolare durante l’arco della vita adulta aiuta a prevenire questa malattia. L’eiaculazione aiuta a prendersi cura della prostata e, in questo, l’Edging può rivelarsi un ottimo alleato! Impara a controllare l’orgasmo e prendi il controllo della tua sessualità… Anche la prostata ti ringrazierà!

Gli effetti collaterali dell’Edging: quando fa male?

L’Edging è una tecnica che non prevede molti effetti collaterali e non causa alcun problema in merito all’eiaculazione. Tuttavia, può provocare alcuni fastidi e in alcuni casi non è consigliato. Vediamo quali sono gli effetti collaterali!

Ipertensione epididima

L’ipertensione epididima, o epididimite, è dovuta all’accumulo di sangue all’interno dei testicoli dovuto a un lungo periodo di eccitazione sessuale senza raggiungere l’orgasmo. Questo effetto, noto anche come “blue balls”, può provocare dolore e comporta una colorazione bluastra dei testicoli. Tuttavia, non è una condizione preoccupante perché non causa alcuna conseguenza ed è reversibile. Come prevenire l’epididimite? È sufficiente praticare l’Edging per prolungare i rapporti per tempi moderati… Evita le prestazioni sessuali che durano ore intere!

Anorgasmia

L’Edging non dovrebbe essere praticato dalle persone che soffrono di anorgasmia perché potrebbe peggiorare il problema. Prolungare la durata dei rapporti attraverso un’interruzione e poi una ripresa della stimolazione, può causare una maggiore difficoltà a raggiungere l’orgasmo in chi già soffre di anorgasmia. A questo proposito, è importante sottolineare che l’orgasmo non deve essere il fulcro di un rapporto sessuale! Concentrarsi eccessivamente sull’orgasmo porta una serie di effetti collaterali che peggiorano l’esperienza sessuale, come: stress, problemi relazionali e minore soddisfazione.

Gravidanza indesiderata e STI

L’Edging non deve essere considerato un metodo barriera perché non protegge da gravidanze indesiderate e nemmeno dalle STI (Sexually Transmitted Infections). Come per tutti i rapporti sessuali, si consiglia l’uso di metodi contraccettivi, per esempio il preservativo, per ridurre il rischio di infezioni e per non incorrere in gravidanze indesiderate.

Come praticare Edging in modo sicuro e divertente

Ognuno può trovare il metodo che ritiene più efficace per praticare Edging, ma in generale questa pratica include i seguenti step:

  • Stimolazione sessuale fino a raggiungere il punto che precede l’orgasmo
  • Interruzione della stimolazione o diminuzione dell’intensità in modo da non raggiungere l’orgasmo
  • Periodo di attesa nel quale si può cambiare posizione o ci si può concentrare sui preliminari
  • Ripresa della stimolazione fino a raggiungere l’orgasmo

Questi step possono essere ripetuti più volte in modo da prolungare la durata del rapporto a piacere. Ogni volta, però, sarà sempre più difficile ritardare l’orgasmo. Alcune persone sfruttano la tecnica dello squeezing per trattenere l’orgasmo. In cosa consiste? Poco prima di raggiungere l’apice del piacere il pene viene stretto con forza a livello della punta in modo da provocare un drastico calo del desiderio sessuale! Sperimenta l’Edging e trova la tecnica più adatta ai tuoi gusti!

Attenzione:

Fai attenzione quando interrompi la stimolazione e non lasciare trascorrere troppo tempo prima di riprendere con l’attività sessuale perché potresti perdere l’eccitazione e ritrovarti al punto iniziale! Sfrutta la tecnica dell’Edging per sperimentare con il partner e per aggiungere fantasia durante i rapporti sessuali!

Conclusione

L’Edging è una tecnica sicura che può portare a orgasmi più intensi e soddisfacenti e può rivelarsi un ottimo metodo per le coppie per aggiungere un po’ di pepe alla loro vita sessuale. L’Edging è particolarmente utile per chi soffre di eiaculazione precoce e aiuta anche a superare questa problematica all’interno della coppia perché permette ai partner di conversare e scambiarsi opinioni in merito. Non è detto che a tutti piaccia l’Edging! Parla sempre con il partner prima di decidere di sperimentare questa tecnica e valutate insieme cosa è meglio per la vostra vita sessuale.

Praticando regolarmente questa tecnica sarai in grado di controllare il tuo piacere e di ritardare l’orgasmo a piacimento, ma attento a non esagerare! Sebbene l’Edging sia considerato prevalentemente una tecnica per il sesso maschile, anche le donne possono praticarlo per controllare l’orgasmo e può essere applicato sia durante i rapporti sessuali che durante la masturbazione in solitaria. Insomma, una tecnica facile, veloce e sicura che può potenziare i tuoi rapporti sessuali al massimo!