Perché usare il preservativo? Dalla protezione al divertimento, tutte le buone ragioni

Scopri quanto è efficace, che tipo di protezione offre e tutti i segreti del preservativo!

Perché usare il preservativo Dalla protezione al divertimento 2

Il preservativo è l’accessorio più utilizzato in tutto il mondo! Secondo un sondaggio, il 93% delle donne americane sessualmente attive fanno uso del preservativo quando hanno un rapporto con il loro partner. Funziona? La sua efficacia è dimostrata? Assolutamente sì! Scientificamente il preservativo ha un’efficacia del 98%, ma questo valore scende a circa l’85% se si considera l’errore umano. Non tutti, infatti, sanno come indossare un preservativo in modo corretto e in quali casi, invece, è meglio non utilizzarlo poiché danneggiato.

A cosa serve il preservativo? Da cosa protegge? Quali sono i suoi vantaggi? Ecco le nostre risposte!

1. Protezione

Perché usare il preservativo Protezione

Si sa, il preservativo serve per proteggere… Ma da cosa? Sono due le protezioni principali che questo dispositivo offre: protegge dalle gravidanze indesiderate e protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili. Questa protezione è sicura? Il preservativo è uno dei prodotti sessuali più sicuri, il suo tasso di rottura è di circa il 5%, molto inferiore invece al tasso di rottura causato dall’errore umano che è del 13%. Cosa significa? Significa che 4 preservativi su 100 si rompono per cause imputabili a errori di produzione, mentre 13 su 100 si rompono per colpa dell’uomo, per esempio:

  • Aprire la confezione con i denti
  • Maneggiarlo in presenza di anelli o unghie affilate
  • Conservarlo in condizioni non idonee
  • Non rispettare la data di scadenza

In che modo il preservativo riesce a proteggere i partner? Il suo sottile strato in lattice permette di creare un layer tra il pene e la vagina, senza intaccare la naturalezza del rapporto ma impedendo il contatto diretto tra i due organi sessuali!

Ricorda che i preservativi sono dei dispositivi delicati e devono essere maneggiati e conservati con cura: non devono essere esposti a fonti di calore e non devono nemmeno essere sottoposti a urti! Non tenere i profilattici in tasca, sedervisi sopra, infatti, non è consigliato! Conservali in un luogo sicuro, discreto e protetto, per esempio il portafoglio. Al contrario, possono essere utilizzati in concomitanza con i lubrificanti a base siliconica e acquosa.

Funzione contraccettiva

La prima funzione protettiva del preservativo è quella contraccettiva, cioè protegge da gravidanze indesiderate. Esistono molti dispositivi contraccettivi sul mercato, ma uno dei più utilizzati è il preservativo. Il condom protegge davvero dalle gravidanze indesiderate? E, se si, di quanto? Il rischio di avere una gravidanza indesiderata utilizzando il preservativo è del 18% che, come abbiamo visto, è dovuto a un 5% di rischio di rottura e a un 13% di rischio dovuto all’errore umano. Questa percentuale di rischio, tuttavia, cala notevolmente se si utilizza il preservativo in modo corretto! Quali sono gli errori che si possono fare durante il rapporto che aumentano il rischio di una gravidanza indesiderata?

  • Se si sbaglia il verso del preservativo mentre lo si sta indossando, bisogna gettarlo e prenderne uno nuovo
  • Non bisogna riutilizzare lo stesso preservativo
  • Se durante il rapporto il preservativo si sfila, bisogna gettarlo e prenderne uno nuovo
  • Non maneggiare il preservativo con le mani sporche di liquido seminale
  • Se si è utilizzato un preservativo per il sesso orale, è consigliato cambiare preservativo prima del rapporto completo nel caso sia stato accidentalmente danneggiato con i denti
  • Se un preservativo si mostra difettoso, per esempio se si fatica a srotolarlo o se appare asciutto o coperto da una patina bianca, bisogna gettarlo e prenderne uno nuovo
  • Non forzare eccessivamente il preservativo durante il rapporto sessuale. Se tu e il tuo partner amate le posizioni non tradizionali è bene applicare un lubrificante per facilitare la penetrazione.

Se non è esente da rischi, perché utilizzare il preservativo?

Secondo una statistica del 2014, il preservativo è più efficace di alcuni metodi contraccettivi, ma meno efficace di altri! Quindi, perché non utilizzare, per esempio, la pillola anticoncezionale o l’anello che hanno un rischio del 9%? E perché non ricorrere al coito interrotto che ha un rischio del 22%, di poco superiore al condom? La scelta del giusto anticoncezionale comprende una serie di fattori:

  • Sicurezza
  • Costo
  • Tollerabilità
  • Invasività
  • Facilità di utilizzo
  • Disponibilità del prodotto

Naturalmente la coppia deve fare una valutazione rischio/beneficio e decidere quale è il metodo contraccettivo più adatto alle proprie esigenze. Il motivo per cui il preservativo è uno dei metodi più accettati è legato anche alla sua funzione profilattica.

Ricorda, inoltre, che sebbene la percentuale di rischio del preservativo e del coito interrotto siano simili, in realtà un corretto utilizzo del profilattico diminuisce notevolmente la sua percentuale di rischio!

Funzione profilattica

Il preservativo è il più importante mezzo di barriera che consente di proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili. Che cosa sono? Sono delle infezioni causate da virus o batteri che si trasmettono attraverso i liquidi corporei. Di che malattie si tratta?

  • Gonorrea
  • Sifilide
  • HIV
  • Epatite A
  • Epatite B
  • Epatite C
  • Papilloma Virus
  • Candida
  • Herpes genitale
  • Clamidia

Alcune di queste malattie non sono particolarmente gravi e si risolvono spontaneamente nel giro di pochi giorni, ma altre, invece, non devono essere sottovalutate perché possono portare a conseguenze anche fatali. In che modo può avvenire il contagio? Il contagio avviene per contatto diretto con i liquidi corporei infetti, quindi:

  • Saliva
  • Sangue
  • Secrezioni mucose
  • Liquido seminale

In caso di sesso non protetto, è bene prestare attenzione a eventuali sintomi che fungono da campanello d’allarme, come arrossamenti, bruciori o dolori che non erano presenti prima del rapporto.

Il preservativo quanto protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili?

Anche in questo caso, come nelle gravidanze indesiderate, c’è un margine di errore! Infatti, il preservativo, se utilizzato correttamente, protegge adeguatamente dalle infezioni ed è il metodo barriera attualmente più efficace, tuttavia vi è sempre una percentuale di rischio. Per esempio, per il virus HIV è stato dimostrato che il contagio è 10 volte inferiore se si usa il preservativo rispetto a un rapporto non protetto, ma non si è completamente esenti dal rischio. Tuttavia, è nettamente più sicuro di altri metodi: WHO ha dichiarato che le donne che utilizzano uno spermicida a base di nonossinolo-9 come metodo contraccettivo non sono minimamente protette dal rischio di contrarre il virus HIV!

Ricorda che se utilizzi un metodo contraccettivo diverso dal preservativo, non sei protetto dal rischio di contrarre infezioni! Di norma, se hai rapporti sessuali con partner occasionali è sempre raccomandato utilizzare il preservativo come metodo profilattico! Presta attenzione anche quando usi i sex toys insieme al tuo partner, anche i giochi sessuali possono essere occasione di scambio di liquidi biologici e, quindi, possono veicolare i virus e i batteri!

2. Divertimento

Perché usare il preservativo Divertimento

I preservativi sono nati come dispositivi medici per proteggere dalle infezioni e dalle gravidanze, ma con il tempo si sono evoluti e sono diventati dei veri e propri alleati che aiutano le coppie a ravvivare il sesso! Ci sono dei benefici aggiuntivi che i preservativi possono dare al rapporto? Assolutamente sì! Ma, nello specifico, che ruolo hanno i preservativi nell’appagamento sessuale?

Una ricerca del 2012 ha evidenziato che il comfort di un preservativo influisce notevolmente sul piacere, sulla prestazione e sulla sensibilità maschile!

In che modo? I risultati hanno spiegato che se il preservativo risulta scomodo, troppo stretto o tende a sfilarsi, l’uomo vive un rapporto sessuale meno appagante. Inoltre, gli uomini che hanno difficoltà di erezione sono tendenzialmente più esposti a vivere un piacere poco appagante e il preservativo anziché correre in loro aiuto rischia di peggiorare la loro situazione fisica e psicologica. Quindi, un preservativo comodo migliora il piacere sessuale maschile!

Proprio per questo motivo, sono nate decine di condom differenti per mettere a proprio agio ogni coppia e offrire a tutti una soluzione per ogni esigenza. In che modo i condom permettono di incrementare il divertimento e il piacere del rapporto?

  • Preservativi ritardanti. Permettono di posticipare l’eiaculazione maschile e di far durare il rapporto più a lungo!
  • Preservativi aromatizzati. Disponibili in diversi gusti e colori per creare un’atmosfera esotica, rendere più eccitante il sesso orale e stimolare la fantasia a letto!
  • Preservativi stimolanti. Dotati di rilievi e texture su tutta la superficie per amplificare le sensazioni della penetrazione per entrambi i partner
  • Preservativi super sottili. Pensati appositamente per l’uomo per migliorare la sua sensibilità e offrire la sensazione del contatto pelle contro pelle
  • Preservativi extra lubrificati. Ideali per sperimentare il sesso anale e le posizioni meno tradizionali, il lubrificante facilita la penetrazione!

Ricorda che anche l’aspetto psicologico è molto importante per l’uomo! Un preservativo che facilita la prestazione o che dona maggior piacere diminuirà lo stress maschile e l’ansia da prestazione. Durante i preliminari, aiuta il tuo partner a sentirsi a proprio agio, se necessario puoi utilizzare dei sex toys che vi aiuteranno a scaricare le tensioni e ad accendere la serata. Tra i vari preservativi disponibili, scegliete sempre la misura giusta e la forma più adatta per donare al tuo uomo una sensazione più naturale e confortevole possibile!

Allergie

Il preservativo può causare allergie? Purtroppo sì! Nonostante il lattice di gomma naturale sia un materiale ben tollerato dalla maggior parte della popolazione, circa il 4,3% della popolazione è allergica a questo materiale. Per offrire a tutti la possibilità di vivere il sesso con le giuste protezioni, sono stati creati dei preservativi sintetici che hanno le stesse caratteristiche del lattice naturale ma che non causano allergie. Di che materiale si tratta? Quasi tutti i preservativi anallergici sono realizzati in poliisoprene, un lattice sintetico ben tollerato dai soggetti allergici.

Quali sono le caratteristiche dei preservativi realizzati con questo materiale?

  • Sono più spessi
  • Sono più morbidi
  • Calzano meglio
  • Sono più elastici
  • Sono meno soggetti a rottura
  • Sono più costosi

Esistono altri materiali latex free che vengono utilizzati per produrre preservativi? Sì, ma sono meno utilizzati. La maggior parte dei preservativi latex free è realizzata in poliisoprene perché questo materiale possiede tutte le caratteristiche del lattice naturale e, sotto certi aspetti, è addirittura migliore. Altri materiali anallergici sono il poliuretano e la pelle di agnello, che però possiedono caratteristiche meno performanti e, per questo motivo, vi è una disponibilità minore sul mercato.

Conclusione

Quindi, preservativi sì o preservativi no? Assolutamente sì! Il preservativo non è solamente un metodo contraccettivo ma svolge anche una importante funzione profilattica nella protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili! Inoltre, è un dispositivo molto versatile e può essere utilizzato anche in combinazione con i lubrificanti e i giochi erotici. I pro sono nettamente maggiori dei contro!

Pro dei preservativi:

  • Economici
  • Varie versioni e misure
  • Ampia reperibilità
  • Non invasivi
  • Semplici da utilizzare
  • Piccoli e compatti
  • Basso rischio di rottura
  • Compatibili con i sex toys
  • Compatibili con i lubrificanti

Contro dei preservativi:

  • Possibili allergie al lattice
  • Da conservare in luogo protetto
  • Riducono la sensibilità maschile
  • Da maneggiare con cura
  • Rischio di rottura basso ma presente