Sesso In Gravidanza: È Sicuro? Come Si Può Praticare?

Le migliori posizioni e tutti i consigli per praticare sesso durante la gravidanza!

Sesso In Gravidanza È Sicuro Come Si Può Praticare
INDICE

Il sesso in gravidanza è sicuro? Questa è una domanda che tutti, prima o poi, ci poniamo, soprattutto dopo il primo trimestre di gestazione.

La gravidanza è un periodo molto complesso per una donna, il suo corpo si modifica e anche i livello ormonali subiscono delle variazioni, è del tutto normale che si sperimentino dei momenti di desiderio molto intensi e altri momenti di apatia sessuale.

Il primo periodo è senza dubbio il più complesso perché la donna è preda della nausea e del malessere quotidiano, la pancia comincia a crescere e questo comporta anche un diverso modo di vedere il proprio corpo, poi, però, la situazione diventa più semplice.

Dal secondo trimestre in poi i valori ormonali si stabilizzano e la donna inizia ad abituarsi alle sue nuove curve, questo rappresenta un periodo di riavvicinamento al partner anche dal punto di vista sessuale ed è proprio qui che nascono i primi dubbi: è sicuro fare sesso durante la gravidanza? Il rapporto sessuale può nuocere alla salute del futuro bambino? Ci sono delle posizioni che sarebbe meglio evitare? Scopriamolo insieme!

Si può fare sesso durante la gravidanza?

A meno che il tuo medico o il ginecologo ti vietino di avere rapporti sessuali, il sesso durante la gravidanza è assolutamente sicuro per entrambi i partner e non incide negativamente sullo sviluppo del bambino.

Non solo i rapporti sessuali, ma anche tutta l’ampia gamma di stimolazioni erotiche a disposizione:

L’orgasmo durante la gravidanza migliora la circolazione cardiovascolare e rilascia una serie di ormoni che hanno un effetto calmante e rilassante sull’organismo e anche sul feto. La regola generale sul sesso durante la gravidanza è questa: il sesso è sempre positivo se è piacevole e consensuale, la gravidanza non impone una astinenza sessuale.

Se hai dubbi in merito all’utilizzo di gadget particolari, per esempio i sex toys per coppia, chiedi consiglio a un ginecologo prima di praticare sesso con il tuo partner.

In generale i rapporti sessuali sono positivi e non rappresentano alcun pericolo per il futuro bambino, tuttavia, se tu e il tuo partner amate le pratiche più estreme e avete fantasie sessuali non comuni, il nostro consiglio è quello di chiedere prima un parere a un professionista del settore.

Sesso e gravidanza: cosa si prova?

I cambiamenti ormonali influiscono sulle sensazioni che si sperimentano durante il sesso e, in particolare, i principali effetti sono:

  • La vagina sembra meno “stretta”
  • La lubrificazione è aumentata
  • I genitali diventano più sensibili

In questo caso, il primo consiglio è quello di dedicare più tempo ai preliminari in modo da creare la giusta affinità mentale. Alla donna i primi rapporti sessuali durante la gravidanza possono apparire strani, alcune donne sperimentano un blocco e una difficoltà dal punto di vista psicologico.

Tutto è soggettivo, il nostro suggerimento è quello di creare la giusta atmosfera con il partner e prendersi del tempo per coccolarsi a dovere prima della penetrazione.

Se durante i rapporti sessuali hai dolore all’addome o alla pelvi è meglio consultare uno specialista. Nella maggior parte dei casi si tratta solamente di dolori passeggeri legati alla gravidanza, ma se hai la sensazione che alcune posizioni non siano confortevoli o aumentino il dolore segui il tuo istinto e fai ciò che senti più giusto per te stessa.

1. Orgasmi più facili da raggiungere

Proprio a causa del maggior afflusso sanguigno e degli sbalzi ormonali, per le donne è più facile raggiungere l’orgasmo durante la gravidanza!

Questa è senza dubbio una buona notizia, tuttavia la gestazione obbliga la coppia a cambiare la propria routine anche sotto le lenzuola: il corpo femminile cambia giorno dopo giorno e alcune posizioni diventano sempre più difficili se non addirittura impossibili.

Inoltre, è anche possibile che la donna viva degli sbalzi d’umore con giorni in cui sperimenta grande desiderio e altri in cui, invece, non prova alcuna eccitazione sessuale.

2. I genitali sono più sensibili

L’aumento del flusso sanguigno a livello genitale va a irrorare:

  • Il clitoride
  • La vagina
  • La vulva
  • La pelvi

Questo processo rende i genitali molto più sensibili alla stimolazione! Cosa comporta tutto ciò?

  • Sensazioni piacevoli amplificate
  • Possibile senso di irritazione

Infatti, l’eccessiva sensibilità può anche dare fastidio ad alcune donne perché la stimolazione risulta troppo intensa e vigorosa. Anche in questo caso, bisogna trovare il giusto equilibrio con il proprio partner e parlare con sincerità comunicando le proprie sensazioni.

3. Aumenta la lubrificazione

Durante la gravidanza il corpo femminile si prepara alla nascita del futuro bambino e mette in atto tutti i sistemi di sicurezza possibili per garantire uno sviluppo completo e in sicurezza del feto.

Per questo motivo, la vagina risulta più lubrificata perché le secrezioni aiutano a combattere l’eventuale ingresso di batteri. Si tratta di un sistema di difesa che comporta vantaggi anche dal punto di vista sessuale: non hai più bisogno di prodotti lubrificanti, tutto è già pronto per un rapporto sessuale con i fiocchi!

4. Anche il resto del corpo è più sensibile

Un altro grande cambiamento che coinvolge il corpo femminile durante la gravidanza riguarda il seno: le mammelle si preparano per la produzione del latte quindi il seno diventa più grande e più sensibile. Anche questo aspetto ha dei risvolti positivi dal punto di vista sessuale: i preliminari risultano più piacevoli e le zone erogene possono letteralmente infuocare la partner se stimolate a dovere.

Curiosità sul sesso durante la gravidanza

Vediamo ora quali sono i principali dubbi che assalgono le coppie durante la gravidanza e scopriamo tutti i segreti di questo delicato periodo che, come abbiamo visto, può rivelarsi davvero positivo per la coppia.

La penetrazione non fa male al bambino

Certo, le sensazioni sono diverse e cambiano giorno dopo giorno man mano che il feto cresce all’interno dell’utero, ma in ogni caso la penetrazione durante la gravidanza non è dolorosa.

Durante il rapporto sessuale, la donna può sperimentare sensazioni nuove perché l’utero si ingrandisce e acquista mobilità. La penetrazione non rischia assolutamente di ledere il feto perché l’utero mette in atto tutti i sistemi per proteggere il nascituro, come la placenta.

A meno che il ginecologo non abbia raccomandato di astenersi dai rapporti per motivi particolari, il sesso in gravidanza è positivo per entrambi i partner.

Secondo uno studio, l’80% degli uomini ha paura di fare del male al bambino durante la penetrazione. In questo caso, si consiglia di portare il proprio partner con sé durante il prossimo appuntamento con il ginecologo in modo che anche lui possa essere rassicurato sulla sicurezza dei rapporti sessuali in gravidanza.

Il pene in nessun caso può raggiungere o fare del male al bambino durante la penetrazione.

Il sesso in gravidanza non causa l’aborto

Assolutamente, il rapporto sessuale durante la gravidanza non provoca l’aborto. Nella maggior parte dei casi, l’aborto è dovuto a uno sviluppo anomalo del feto.

Inoltre, il sesso non induce il travaglio nelle gravidanze a basso rischio, come erroneamente si crede: non è vero che il rapporto sessuale stimola il travaglio, al contrario può facilitarlo! Fare sesso fino al travaglio è positivo perché agevola la fuoriuscita del feto durante il parto.

Tuttavia, per evitare complicanze, è molto importante indossare il preservativo se hai rapporti sessali con uomini diversi durante la gravidanza, così da assicurarti di non contrarre malattie sessualmente trasmissibili.

Le STI possono provocare aborto, parto prematuro e complicanze durante la gestazione.

Le perdite di sangue dopo il rapporto sono pericolose?

Prima di tutto, è importante non andare nel panico se dopo un rapporto sessuale noti delle perdite di sangue, tuttavia è meglio chiedere il parere di un professionista per valutare la situazione.

A causa dei cambiamenti ormonali legati alla gravidanza, la cervice è più sensibile e può accadere che si irriti facilmente causando dei piccoli sanguinamenti. In questo caso si può verificare spotting il giorno in cui hai avuto il rapporto e anche il giorno successivo.

Quando è il caso di consultare un medico?
Se lo spotting dura diversi giorni o se va e viene a intermittenza, è il momento di consultare un dottore perché potrebbe essere il sintomo di alcuni problemi a livello della placenta. Il sesso durante la gravidanza non causa dolore, né sanguinamenti, né senso di pressione, se hai questi sintomi devi rivolgerti a un ginecologo.

I sogni erotici sono più frequenti durante la gravidanza

Sì, è proprio così! A causa degli sbalzi ormonali, in gravidanza la donna sperimenta più frequentemente i sogni erotici, i cosiddetti “wet dreams”. Questo è dovuto all’aumento degli estrogeni e all’incremento del flusso sanguigno a livello genitale.

Dopo il parto tutto torna alla normalità, quindi è un fenomeno assolutamente fisiologico che può anche essere piacevole, ti svegli più rilassata e di buon umore.

Come si sente la donna durante la gravidanza?

La gravidanza è un’esperienza unica per ogni donna e le sensazioni sono piuttosto soggettive. Nella maggior parte dei casi si viaggi su due estremi opposti: o ci si sente meravigliose o ci si sente orribili.

I cambiamenti ormonali e corporei nel primo trimestre possono portare la donna a sperimentare:

  • Ridotto desiderio sessuale
  • Ridotta autostima
  • Minore comfort
  • Ridotto interesse
  • Fatica
  • Malessere

Il periodo della gravidanza prepara la donna non solo al parto ma anche al periodo successivo: essere madre rappresenta un grande cambiamento dal punto di vista psicologico e ogni donna affronta questo percorso a modo suo.

Sicuramente la gravidanza è un momento in cui la donna scopre di più se stessa, esplora non solo la sua sessualità ma anche la sua personalità e i suoi valori.

Gravidanza e controindicazioni sessuali: cosa è pericoloso

Non ci sono grandi controindicazioni sessuali durante la gravidanza, tuttavia bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti:

  • Evitare di premere sulla pancia e sull’addome perché potrebbe ridurre il flusso di sangue che raggiunge il feto
  • Evitare di praticare sesso estremo, per esempio il sadomasochismo, perché prevede posizioni potenzialmente pericolose per il feto
  • Evitare l’introduzione di aria all’interno della vagina perché può causare embolia e perfino la morte del feto

Al contrario di quanto si possa pensare, invece, il sesso anale non è assolutamente controindicato e può essere praticato senza problemi con il proprio partner anche con l’ausilio di anal toys.

Posizioni sessuali in gravidanza: pro e contro

Come il buonsenso ci suggerisce, in gravidanza bisogna evitare tutte quelle posizioni sessuali che comportano una costrizione della pancia e dell’addome della donna.

Anche le posizioni in cui la donna è supina possono rivelarsi fastidiose perché il peso del pancione va a premere sull’addome e potrebbe ridurre il flusso di sangue a livello addominale della partner con conseguente mal di testa e malessere.

Ecco le posizioni consigliate durante la gravidanza:

  • Doggy style
  • Cowgirl
  • In piedi
  • Da seduti
  • Cucchiaio
  • Sesso orale
  • Sesso anale

Ecco le posizioni da evitare durante la gravidanza:

  • Posizione del missionario
  • Posizioni in cui la donna è prona

Per ulteriore comfort durante il sesso in gravidanza si possono utilizzare i cuscini per il sesso, aiutano a migliorare l’angolo di penetrazione senza comprimere la zona addominale della donna.

Nelle ultime settimane di gravidanza, quando il pancione ha ormai raggiunto una dimensione considerevole, i partner possono concentrarsi maggiormente sulla stimolazione dei genitali per via orale, infatti per raggiungere l’orgasmo non è necessaria la penetrazione!

Conclusione

Come abbiamo visto, il sesso durante la gravidanza è sicuro e del tutto indolore, è molto importante che i partner mantengano l’intimità anche per tutto il periodo della gestazione senza rinunciare alla propria vita sessuale.

L’unico accorgimento da adottare è evitare le posizioni che comprimono la pancia e l’addome della donna, per il resto tutto è ammesso e non è necessario modificare le proprie abitudini sessuali.

La gravidanza è un periodo molto intenso per la donna perché comporta modifiche non solo dal punto di vista ormonale ma anche dal punto di vista corporeo: la donna deve abituarsi al suo nuovo corpo e anche prepararsi psicologicamente alla maternità.

La vita sessuale della coppia non viene assolutamente compromessa dalla gravidanza, anzi, le zone erogene femminili risultano più sensibili e il sesso può rivelarsi addirittura più appagante, tutto ciò a cui bisogna prestare attenzione sono i classici segnali d’allarme che richiedono un consulto medico, per esempio lo spotting intermittente o i dolori addominali.

Hai trovato questo articolo utile?